È argentino il regista che vince la Weekly Competition di Cinemadamare, nella tappa di Fiuggi. The blank page, di Leandro Sosa si aggiudica il Best Film, ed il Best Editing. L’Opera è stata girata interamente nella città termale, in soli 6 giorni, come tutti gli altri titoli in concorso. Il film racconta il dramma esistenziale dello scrittore, quella pagina vuota che è insieme libertà e condanna. “Per un regista di solito è difficile, realizzare il proprio film senza intoppi”, dice il Cidiemmino, “ma a Cinemadamare non ci sono limiti, si può realizzare tutto, perché si sta a contatto con tutto il Mondo”. Gli altri premi: Best Cinematografy, e Best Script vanno rispettivamente all’Italiano Giuseppe Circelli e al Francese Jules Baron per L’Ascension, scritto e diretto da Jules Baron. Il corto parla del mito di Icaro, di una scalata sociale e della “pazzia” che ne può conseguire. “La luce per me può raccontare l’anima delle persone, sia buone che cattive. L’anima rimane pura, non si schiera mai!”, dice Giuseppe, autore della migliore fotografia, mentre Jules, premiato per la sceneggiatura, dichiara: “Adoro scrivere per me stesso, ma farlo per gli altri è stato incredibile”.

Durante la serata sonno stati proiettati anche i corti di Pelin Marie (Turchia), Andrea Gallacci, Alessandro Panzolli e Lorenzo Baldi (Italia), Elizabeth Martinez (Stati Uniti), Poul Samrai (Libano), Nick Boumont (Regno Unito), Marius Stancu (Romania), Aura Rosciano (Venezuela). 

Cinemadamare cresce grazie al contributo di tutti: registi, attori, sceneggiatori, tecnici del suono. Percorsi e commistioni, che germogliano tra gli incantevoli scenari culturali e naturali. “Fiuggi si è rivelata un serbatoio di grande energia per i nostri giovani filmmaker italiani e stranieri”,  dichiara Franco Rina, direttore di Cinemadamare, “la città delle terme ci ha consentito di iniziare con il piede giusto il nostro tour, che ci porterà in giro per tutta Italia. La gente del posto ha partecipato con entusiasmo alle attività dei cineasti”. Sovrana la Città di Fiuggi, con l’imponente storia, le Terme, le tradizioni gastronomiche, “ma soprattutto con la Natura!”, ricorda la Consigliera Regionale Sara Battisti, madrina dell’evento, assieme al Vicesindaco Marina Tucciarelli

Tra le location, Hotel Igea, in cui Dario Argento ha girato il primo film: La porta sul buio (1973), e dove Anthony Quinn ha interpretato il suo l’ultimo ruolo in Il Sindaco (1996), tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo, Il sindaco del rione Sanità.  Scenari naturali come La Tierra Caliente, tra Vico del Lazio e Pitocco, hanno esaltato la creatività dei cineasti, provenienti dalle migliori Università e Scuole di cinema di 27 paesi.  La Weekly Competition di venerdì sera, tenutasi in Piazza Trento e Trieste, è stata “l’ultima sceneggiatura” di Fiuggi, una storia tra le storie: quella vissuta tutti insieme a contatto con i territori, tra la gente. La carovana di Cinemadamare è ora alla volta di Sant’Angelo delle Fratte, in Basilicata, per la seconda tappa. Il Raduno proseguirà durante tutta l’estate. Maggiori informazioni e tappe su: www.cinemadamare.com

nota stampa a cura della dott.ssa Espedita Fisher, ufficio Stampa di Cinemadamare