il cielo fotografato dal nostro amico e lettore Marco Maddalena

Il cielo è giallo-arancio sopra la Ciociaria e per una volta la colpa non è certo dela consueta ed inopportuna cappa di smog dovuta alla presenza delle attività industriali o al fitto transito di veicoli sulle strade; il fenomeno della foschia che pervade il cielo tingendolo di giallo e di rosso con l’avvicinarsi dell’alba e del tramonto, infatti, è dovuto alla configurazione barica che spinge verso l’Italia correnti provenienti dal deserto del Sahara attraverso un flusso che, oltre a portare ad un clima davvero afoso, porta la polvere del deserto sulle regioni del centromeridionali.

Per il momento la polvere è ancora in sospensione nell’atmosfera bassa, ma è presumibile che con l’inizio delle pioggette (previsto tra breve) arriverà fino al suolo (fertilizzandolo con fosforo ed altri componenti).

l’arrivo della sabbia del Sahara in Itali

Ad accorgersi dello strano panorama – quasi marziano – tanti ciociari, molti dei quali hanno postato foto suggestive sui vari social, come nel caso dei nostri cari lettori Carlo Petitti e Marco Maddalena dei quali qui riproponiamo le immagini da loro condivise sui social.

Come già accaduto nei giorni scorsi, dunque le eventuali precipitazioni che potrebbero avere luogo – in caso – nelle regioni del centro-Italia, Lazio compreso, saranno “sporcate” per il deposito della sabbia sulle superfici. E sarà proprio la polvere del deserto a provocare ulteriori temporali nelle regioni delle Alpi attraverso nuclei di condensazione.