Oggi, mercoledì 16 giugno 2021, nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale  di Cassino non ci sono pazienti ricoverati. L’ospedale “Santa Scolastica” diventa Covid-free.

Erano rimasti due pazienti ricoverati in terapia intensiva: uno è stato dimesso ieri ed è andato a casa, l’altro stamattina ha lasciato il reparto di terapia intensiva e trascorrerà alcuni giorni nel reparto di medicina per ristabilirsi completamente.

“Ѐ una grande emozione. Dopo tanti mesi di sofferenza vedere gli ultimi due pazienti uscire dal mio reparto è davvero una grande gioia – commenta la dottoressa Manuela Callegaro, responsabile della Terapia Intensiva dell’Ospedale di Cassino – L’ultima dimissione di oggi è per tutti noi operatori sanitari un grande regalo emotivo ”.

La Direzione della ASL di Frosinone – in una nota inviata a questa redazione – ringrazia tutti i professionisti dell’ospedale di Cassino per l’enorme lavoro svolto e rivolge un ringraziamento speciale per i professionisti di Malattie infettive dello Spaziani di Frosinone che continueranno ad accogliere i pazienti Covid da tutta la provincia di Frosinone.

IL SINDACO DI CASSINO ENZO SALERA: “MESI DIFFICILI, ORA SI RIPARTE”

Enzo Salera

“Sono stati mesi lunghi, mesi complessi e pieni di dolore, preoccupazione e purtroppo anche perdite di nostri amici, parenti e persone a cui volevamo bene, ma finalmente nel nostro ospedale, da oggi, non ci sono più persone ricoverate a causa del Covid”, ha affermato il sidnaco di Cassino Enzo Salera. Che, poi, ha aggiunto: “voglio ringraziare tutti gli operatori e tutto il personale sanitario del nostro ospedale che tra le mille difficoltà hanno dovuto affrontare uno dei periodi più complessi che il nostro Paese abbia mai sofferto. Ognuno ha cercato di dare il massimo e tutto il sistema sanitario regionale ha orgogliosamente lavorato a testa bassa raggiungendo risultati di grande valore, riconosciuti a livello nazionale.Deve restare alta l’attenzione per evitare che ci siano nuovi casi in futuro, ma grazie al lavoro della vaccinazione siamo finalmente in zona bianca e siamo davvero vicini ad un ritorno ad una vita piena. Si riparte!”.