Questa mattina, presso i cancelli della discarica di Colle Fagiolara, si è tenuto un flash mob di protesta che ha coinvolto le istituzioni locali, le associazioni ambientaliste del territorio e tanti cittadini, uniti nel manifestare una presa di posizione di totale chiusura alla possibilità, evocata più volte negli ultimi tempi dall’amministrazione di Roma ed Ama, di tornare a usufruire della discarica colleferrina per risolvere l’emergenza rifiuti che attanaglia la Capitale.

In prima linea, a sostenere un fermo “no” a questa eventualità, erano presenti le amministrazioni comunali di Paliano e Colleferro, rappresentate rispettivamente dal vicesindaco Valentina Adiutori e dal sindaco Pierluigi Sanna.

«Questa mattina – ha dichiarato il vicesindaco Valentina Adiutori – ci siamo riuniti in forma pacifica e civile qui davanti i cancelli della discarica di Colle Fagiolara per ribadire l’impegno comune di un intero territorio contro ogni possibile riapertura di questo sito. La discarica di Colle Fagiolara è chiusa da più di un anno e così deve restare, con un post mortem certo e vigilato. Riaprire la discarica per risolvere inadempienze altrui come la cronica crisi dei rifiuti di Roma è qualcosa che condanniamo e per la quale le istituzioni del territorio, le associazioni e i cittadini lotteranno senza esitazioni».

«Noi siamo un territorio che ha già pagato in termini di inquinamento e di salute dei cittadini, nei passati anni, i danni causati dalla discarica di Colle Fagiolara, aggravati dalla gestione miope del ciclo dei rifiuti di Roma. Non siamo più disposti a portare sulle nostre spalle gli effetti di scelte politiche incuranti dei diritti delle nostre comunità e avulse dai bisogni reali del nostro territorio. La discarica di Colle Fagiolara è stata chiusa ufficialmente nel gennaio del 2020 e una sua possibile riapertura per risolvere problemi di mala gestione altrui è per noi assolutamente da escludere in maniera categorica». Queste le parole del sindaco Domenico Alfieri.

LE PAROLE DI INA CAMILLI, PORTAVOCE DEL COMITATO RESIDENTI COLLEFERRO

Ina Camilli

“La richiesta del Campidoglio di utilizzare la discarica di Colle Fagiolara non poteva stare sul tavolo del Ministero e del Prefetto se il Sindaco Sanna avesse preteso un anno fa la chiusura vera del sito da parte della Regione Lazio”, sono le parole di Ina Camilli, rappresentante del Comitato Residenti di Colleferro

Spiega, ancora, Ina: “è evidente, come ha detto lo stesso Sindaco, che senza un provvedimento definitivo di chiusura, ma con un lucchetto “qualcuno” avrebbe chiesto di riaprirla. Ricordo che ci siamo opposti, anche con ricorsi al Tar del Lazio, contro la sopraelevazione ne di 7 metri della discarica, contro lo spostamento dei tralicci dentro il sito, contro la sua riapertura nel 2018 e contro la mancanza di trasparenza delle fideiussioni. Non ci siamo limitati a protestare. Ci siamo difesi e abbiamo chiesto giustizia”.