l'ex ospedale di Anagni

Approvata ieri in Consiglio Regionale la mozione n. 360 con primo firmatario il Consigliere di Fratelli d’Italia Giancarlo Righini che impegna la Giunta Regionale “ad individuare gli strumenti e i finanziamenti necessari per la immediata riapertura dell’ex Ospedale civile di Anagni, al fine di garantire il diritto alla salute dei cittadini dell’area nord della provincia di Frosinone, fronteggiare la seconda ondata epidemiologica da Covid-19, nonché assicurare i servizi di emergenza e urgenza”.

Giancarlo Righini

Il Consigliere Giancarlo Righini ha dichiarato: «Avviare l’iter per restituire funzionalità all’ospedale di Anagni e colmare una falla considerevole del sistema sanitario regionale che lascia sprovvista di assistenza una porzione consistente di una provincia importante del Lazio.

E’ questo l’obiettivo della mozione a mia firma, approvata dal Consiglio de La Pisana, vedremo se stavolta la Regione darà seguito all’impegno preso o se, come già accaduto in passato, l’Amministrazione Zingaretti farà nulla per incrementare e diversificare l’offerta di servizi della struttura. Ringrazio il sindaco di Anagni Daniele Natalia ed il capogruppo di FdI in Consiglio Comunale Riccardo Ambrosetti per la tenacia con cui hanno portato avanti la battaglia a favore dell’ospedale cittadino. Questo nosocomio deve tornare ad essere un presidio fondamentale, perché serve una vasta area nel nord della provincia frusinate ed ha un bacino di utenza che conta circa 80.000 persone.

La mozione intende altresì riproporre il tema di strutturare una sanità territoriale capillare, basata su presidi locali diffusi e non più sul modello con grandi nosocomi che, come la pandemia ha dimostrato anche nel Lazio, se violati da un virus possono essere rapidamente depotenziati».