Dal 17 al 19 giugno si terrà a Paliano l’ormai consueto festival “Corto…. ma non troppo!”, il concorso internazionale per cortometraggi realizzati da persone con disagio psichico, fisico e sociale organizzato dagli ospiti e dagli operatori delle strutture sanitarie socio-riabilitative “Casa Johnny e Casa Mary”.

A causa della pandemia che non ha permesso la realizzazione del festival nel 2020, quella di quest’anno è stata designata come l’edizione 8 e ½, a metà strada tra l’ottava a la nona. Un’edizione straordinaria che sarà dedicata interamente alle opere di Federico Fellini attraverso scenografie realizzati dai ragazzi delle strutture ispirate alle più famose scene dei film del grande maestro.

I lavori saranno affissi lungo le strade della città di Paliano. Inoltre, giovedì 17 giugno alle ore 21, presso il teatro comunale Esperia, si terrà l’inaugurazione del festival con la proiezione del corto “Quante rose a nascondere un abisso”, realizzato sempre dagli ospiti della struttura. Sarà un reportage su come ha vissuto la pandemia la comunità di Paliano con interviste e interventi a diversi cittadini.

«Il festival “Corto…ma non troppo” – ha commentato il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Valentina Adiutori – ha il nobile merito di dare voce a coloro che soffrono di un disagio mentale a favore di una qualsiasi forma di integrazione sociale, con lo scopo di abbattere i muri del pregiudizio. La nostra Amministrazione ha sempre sostenuto il festival che, quest’anno, accresce la sua importanza con il patrocinio del comitato per il Centenario di Federico Fellini per le installazioni nel centro storico. Infatti, l’iniziativa è stata inserita nel calendario nazionale delle celebrazioni del centenario. Dunque i miei complimenti a Totò Calì per la supervisione nel progetto e a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione, verso i quali continueremo a mettere in campo tutte le energie affinché perduri la giusta sinergia fra le strutture riabilitative e il territorio».

«L’integrazione delle persone con disagio nella comunità passa attraverso le capacità espressive e l’estro artistico di questi ragazzi, qualità che emergono sempre con il festival “Corto… ma non troppo!” e che diventano sempre proficue per l’intera collettività. Ringrazio gli ospiti e gli operatori delle strutture “Casa Johnny e Casa Mary” per il coinvolgimento costante delle nostra città alle loro iniziative». Queste le parole del Sindaco Domenico Alfieri.