Daniele Natalia, sindaco di Anagni

Con Ordinanza Sindacale n. 36 del 08/06/2021 sono state stabilite le modalità per la prevenzione degli incendi e la pulizia dei fondi incolti, delle scarpate e dei terrapieni antistanti le strade pubbliche. Nel periodo compreso tra il 15 giugno ed il 30 settembre 2021 su tutte le aree comunali a rischio d’incendio site in prossimità di boschi, terreni agricoli, lungo le strade comunali, provinciali e statali ricadenti sul territorio anagnino sarà tassativamente vietato, tra le altre cose: accendere fuochi di ogni genere; usare motori, fornelli o inceneritori che producano faville o brace; aprire o ripulire i viali parafuoco con l’uso del fuoco; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa causare incendi.

I proprietari di terreni a rischio avranno l’obbligo di realizzare fasce protettive, il divieto di bruciatura delle stoppie e dei residui vegetali, il divieto di bruciatura della vegetazione spontanea su terreni incolti o a riposo e dovranno seguire una serie di norme per la prevenzione degli incendi.

Fino al 31 dicembre 2021 invece i proprietari, conduttori, responsabili o amministratori di terreni posti a margine delle strade, di aree agricole coltivate, di aree verdi urbane incolte, di villette, di stabili con annesse aree verdi, di cantieri edili e stradali, di strutture turistiche, artigianali, commerciali, industriali, con annesse aree pertinenziali avranno l’obbligo di effettuare a proprie cure e spese gli interventi di pulizia dei terreni invasi da vegetazione. A tal proposito l’Ordinanza Sindacale n. 36 contiene anche tutte le norme e le modalità su come effettuare correttamente le operazioni di pulizia che sono essenziali sia per la prevenzione degli incendi che per il mantenimento della sicurezza stradale e del decoro sul territorio comunale.

Il Sindaco Daniele Natalia dichiara: «Questa ordinanza non impegna solo i privati ma anche gli enti pubblici a rispettare le norme per la prevenzione degli incendi e la pulizia dei terreni di pertinenza. È un segnale importante, una assunzione di responsabilità per tutti e che ci mette di fronte all’importanza di rispettare l’ambiente per rispettare noi stessi quali individui e come comunità. Chiaramente anche i controlli in tal senso da parte delle autorità saranno stringenti anche se sono certo del fatto che la cittadinanza vorrà rispettare quanto stabilito dall’Ordinanza con senso civico».

L’Ordinanza è visibile e scaricabile sull’Albo Pretorio Comunale al link https://servizionline.hypersic.net/cmsanagni/portale/albopretorio/albopretorioconsultazione.aspx?P=6500