Home Area Nord L’Istituto Alberghiero di Fiuggi celebra il 700° anniversario della morte di Dante

L’Istituto Alberghiero di Fiuggi celebra il 700° anniversario della morte di Dante

all'evento, intitolato "Amor ch’a nullo amato amar perdona", hanno partecipato gli studenti delle classi terze

la sede fiuggina dell'Istituto Alberghiero "M. Buonarroti"

Ieri, venerdì 4 giugno 2021, l’IPSSEOA “Michelangelo Buonarroti” di Fiuggi ha celebrato il 700° anniversario della morte di Dante con l’originale e partecipato evento “Amor ch’a nullo amato amar perdona”.

In collegamento video, nel rispetto della normativa sanitaria, i ragazzi delle classi terze a completamento del percorso annuale di studio e riflessione sul Sommo Poeta, hanno preso parte ad una lettura collettiva ed a una riflessione sull’Amore.

La giornata, ha offerto ai ragazzi partecipanti una chiave interpretativa che partendo dal “Amor ch’a nullo amato amar perdona” ha presentato altre opere dantesche e opere d’arte e di poesia contemporanea.

Il Dantedì che è stato aperto dal saluto della prof.ssa Filomena Liberti, dirigente scolastico, e coordinato dalla prof.ssa Franca Di Poce, ha visto l’intervento del prof. Francesco Sepe che ha aperto l’incontro con il sonetto tratto dalla Vita Nova “Tanto gentile e tanto onesta pare” letto da Lorenzo Canonico.

Quindi gli alunni Riccardo Primavera, Federica Formisano, Giorgio Zecchi, Alessandro Di Giorgio, Flavia Pizzuti e Martina Terrinoni hanno letto il brano sull’amore più famoso della Divina Commedia: il V Canto dell’Inferno che narra la storia di Paolo e Francesca.

Al termine della lettura il prof. Sandro Torroni ha proposto ai partecipanti degli spunti di riflessione sull’amore nelle arti figurative collegandole al testo dantesco.

Prima dei saluti, l’alunno Mattia Proietti ha letto la lettera di Simone Cristicchi a Dante come ponte ideale tra generazioni così distanti nel tempo, ma così vicine nel riflettere sul tema dell’amore.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla prof.ssa Filomena Liberti per l’ottima riuscita dell’iniziativa, per la sentita partecipazione dei ragazzi e per l’impegno profuso dai docenti del dipartimento delle discipline letterarie.