Una bel fine settimana anagnino, quello appena trascorso nella città natale di Bonifacio VIII da numerosi ex studenti del Convitto “Principe di Piemonte” e dalle loro famiglie.

Tre giorni vissuti in un clima di emozionante “amarcord” e con l’animo pieno di sentimenti di autentico affetto e di consolidato attaccamento allo storico istituto che li ha ospitati, in seno al quale hanno trascorso proficuamente i giovanili anni scolastici.

Con l’occasione, gli ex convittori – provenienti da tutta Italia – hanno potuto rinnovarsi il legame di amicizia e di fratellanza tornando a calcare i luoghi di un tempo, sede della loro gioventù studiosa.

Accompagnati dall’ex vicerettore dott. Vincenzo Palmieri e da altri ex istitutori quali il dott. Gianni Fiorletta e il dott. Nello Di Giulio, gli ex studenti hanno visitato la biblioteca e la chiesa di San Pietro in Vineis; purtroppo – in virtù della normativa di contenimento dell’emergenza sanitaria – non è stato possibile accedere agli spazi convittuali.

Straordinaria l’emozione, la contentezza di ritrovarsi di nuovo insieme ad Anagni e la felicità di questi ex ragazzi nell’esprimere nuovamente i loro sentimenti di gratitudine per quanti hanno impartito loro oltre che l’adeguata istruzione anche la dirittura morale, l’onestà, lo spirito di sacrificio, in una parola l’educazione basata sulla nobiltà dei sentimenti, ovvero quel prezioso bagaglio indispensabile per affrontare con appropriatezza l’esistenza e farsi strada nella vita sociale.