Due distinte operazioni hanno visti impegnati nella giornata di ieri, domenica 23 maggio, i volontari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico – CNSAS.

La prima sul Monte Circeo, in provincia di Latina, dove un trail runner è caduto riportando un trauma importante alla spalla. L’uomo, di 38 anni e residente a Sesto San Giovanni in Lombardia, non era più in condizioni di proseguire autonomamente e per questo è stato necessario l’intervento del 118 e del Soccorso Alpino.

Sul posto è giunta l’eliambulanza della Regione Lazio con a bordo il tecnico di elisoccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico – CNSAS e una squadra di terra della stazione di Latina del Soccorso Alpino. Dopo aver ricevuto le prime cure, l’uomo è stato posizionato sulla barella e prelevato dall’elicottero tramite verricello per essere elitrasportato a Roma in ospedale.

Il secondo intervento, sui Monti Lepini tra la provincia di Roma e quella di Latina, è iniziato nella prima serata ed è proseguito fino a notte fonda. Due escursionisti, un ragazzo di 30 anni residente a Cisterna di Latina e una ragazza di 24 anni residente a Latina, durante un’escursione verso la vetta del Monte Semprevisa hanno perso l’orientamento e hanno richiesto aiuto senza però riuscire a dare informazioni specifiche sul proprio itinerario.

Il Soccorso Alpino con l’ausilio delle unità cinofile, Carabinieri e gruppi di Protezione civile locale hanno dunque iniziato a perlustrare i vari itinerari presenti sul Semprevisa. Fortunatamente intorno alle 2:00 di notte la coppia – senza torce e con i cellulari scarichi – è stata ritrovata da alcuni volontari della Protezione civile e riaccompagnata a Bassiano dove aveva parcheggiato la propria automobile.