Anagni

Il Consiglio Comunale di Anagni ha approvato il Bilancio di previsione. Il Sindaco Daniele Natalia nella sua relazione programmatica ha voluto evidenziare quali siano le linee di sviluppo da perseguire per la città e quali idee l’Amministrazione abbia per il prossimo futuro.

il sindaco di Anagni Daniele Natalia

Il Sindaco Natalia dichiara: «L’approvazione del Bilancio di previsione serviva per sbloccare l’azione dell’Amministrazione. Le strade da percorrere sono due, nel rispetto della vocazione di Anagni che è turistico-culturale ed industriale-produttiva, una che guarda al centro storico e l’altra che punta allo sviluppo della zona industriale e dei “distretti periferici”».

Per quanto riguarda il centro storico, il primo cittadino spiega che: «Il Piano triennale delle opere pubbliche varato dall’Amministrazione prevede il completamento dei lavori a Palazzo Bacchetti e nell’area sottostante Piazza Innocenzo III ma anche lo stanziamento di risorse importanti per l’apertura del Museo mentre già è iniziato il rinnovo completo degli arredi urbani in linea con il piano dell’ornato cittadino. Di pari passo, a fronte della risoluzione di questioni pluriennali e del miglioramento dei servizi che possano consentire al centro storico di esprimersi quale realtà culturale e turistica in tutte le sue potenzialità, come ad esempio il rifacimento dei vicoli, luoghi da valorizzare, ritengo che sia fondamentale puntare sulla riscoperta delle tradizioni e della storia di Anagni e farne una risorsa».

Sulle politiche di sviluppo industriale il Sindaco ha sempre puntato molto e dichiara: «I nostri provvedimenti per la sburocratizzazione delle pratiche e della concessione dei permessi ha fatto si che Anagni tornasse ad essere centrale nel sistema economico-produttivo nazionale e le prime ricadute positive si stanno vedendo già in questi giorni con l’apertura di un nuovo grande polo logistico e progetti in via di ultimazione come la rivalorizzazione delle aree ex Videocon e ex Marangoni che diventeranno altri importanti centri di logistica integrata con una evidente ricaduta occupazionale e economica per il territorio. Credo che se oggi Anagni è tornata ad essere al centro degli investimenti e del sistema produttivo italiano lo si debba anche a questa scelta coraggiosa dell’Amministrazione Comunale, ed il Bilancio di previsione, che ha un occhio di riguardo per il comparto produttivo cittadino e che permetterà il miglioramento dei servizi e delle infrastrutture con progetti di rifacimento e potenziamento anche delle grandi arterie viarie, punta proprio a fare della nostra città un punto di riferimento per gli investimenti. Anagni diventerà, e lo dico con cognizione di causa, l’hub logistico principale del centro-sud Italia».
Importanti risorse sono state stanziate dall’Amministrazione anche per i parchi pubblici ed il canile comunale: «Ad Anagni – spiega il Sindaco Natalia – saranno valorizzati i parchi pubblici esistenti, gli spazi verdi e le aree di socialità ma, e grazie alle risorse stanziate in bilancio, puntiamo a costruirne di nuovi che possano coprire la gran parte del territorio comunale. Sul canile credo invece che sarà proprio la nostra Amministrazione a portare a compimento, finalmente, un’opera che da tempo la città attende».

Altre ingenti risorse sono state inoltre stanziate per il completamento dei lavori di bonifica della ex discarica di Radicina e per altri interventi ambientali, così come importanti risorse sono stati stanziati per le manutenzioni, sia ordinarie che straordinarie.

Il Sindaco Daniele Natalia conclude: «Abbiamo approntato un Bilancio previsionale per rispondere ad un programma d’interventi pragmatico dell’Amministrazione; non si tratta di un libro dei sogni, come qualche consigliere di minoranza ha definito, ma di quanto vogliamo fare per Anagni per il prossimo futuro, e molte delle opere elencate sono già in atto. L’ho spiegato ieri in Consiglio, questo è un cambio di passo, e sapremo dimostrarlo con i fatti».

nota stampa a cura dell’ufficio Comunicazione del Comune di Anagni