Importanti novità in arrivo per quanto riguarda le riaperture e le ripartenze: la bozza esaminata nel pomeriggio di oggi dalla presidenza del Consiglio dei Ministri prevede, infatti, nuove regole. Ricordiamo le più importanti: a partire da mercoledì 19 maggio, il coprifuoco scatterà a partire dalle 23 e non più dalle 22, con uno slittamento graduale fino al 21 giugno, quando verrà abolito del tutto con la libera circolazione notturna.

Le palestre e le piscine riapriranno il 24 maggio, anziché il primo giugno, mentre i parchi tematici il 15 giugno e non più il primo luglio come inizialmente preventivato.

Dal primo giugno bar e ristoranti potranno di nuovo servire ai tavoli al chiuso e rispetto al vecchio decreto potranno farlo anche a cena. Per quanto riguarda i matrimoni, le feste potranno essere organizzate a partire dal 15 giugno, sia all’aperto che al chiuso: gli invitati – però – dovranno disporre della certificate attestante l’avvenuta vaccinazione con la seconda dose oppure di avere avuto il Covid19 ed essere guariti oppure, ancora, di aver fatto un tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti.

Riprendono dal primo giorno di luglio, anche, le sale-gioco, le sale scommesse, le sale bingo, i casinò, le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi: restano, invece, rigorosamente sospese le attività in sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso. Riprendono anche i corsi di formazione pubblici e privati: torneranno in presenza dal primo luglio.