Nel pomeriggio di ieri, ad Anagni, i Carabinieri della locale Stazione in collaborazione con i colleghi della Stazione Forestale e con il personale dell’ARPA Lazio, hanno deferito in stato di libertà per violazioni al Testo Unico delle Leggi Ambientali, un 68enne di Anagni già censito per reati specifici e reati contro il patrimonio ed un 40enne nigeriano residente a Guidonia, già censito per associazione per delinquere, ricettazione e falso.

Nello specifico, nel terreno di proprietà del 68enne sono stati trasportati, depositati, recuperati e smaltiti, anche mediante fuoco, rifiuti speciali e pericolosi, quali automezzi, componenti metalliche, batterie esauste e pneumatici.

L’area interessata di 1.200 mq, è stata posta sotto sequestro poiché priva delle necessarie autorizzazioni ambientali.