Il neo Segretario Provinciale dell’UGL Costruzioni di Frosinone Mario De Prosperis fa il punto della situazione su un comparto fondamentale per l’economia dell’intero territorio frusinate.

Mario De Prosperis

Il settore dell’edilizia nella nostra provincia è stato segnato profondamente dalla crisi economica dell’ultimo decennio e dalla pandemia dei nostri giorni che ha peggiorato ulteriormente la situazione, entrambi hanno lasciato cicatrici profonde su tutto il nostro territorio con una perdita del 60% circa degli addetti al settore e la chiusura di oltre mille imprese.

Un dato drammatico per tutto il territorio ciociaro.

Il calo a picco degli addetti nel settore delle costruzioni degli ultimi anni ha avuto una battuta di arresto nei primi mesi del 2021, si registra infatti un lieve aumento di imprese impegnate nel settore ma è pur vero che molte ditte storiche hanno chiuso i battenti e non riapriranno più.

Imprese edili che erano il fiore all’occhiello della nostra Provincia e che hanno rappresentato per decenni questo territorio e la sua vocazione per l’edilizia.

In questi ultimi anni si è cementificato molto e consumato suolo, è giusto, bisogna preservare il suolo destinato all’uso agricolo e ai parchi ma è pur vero che edilizia è anche recupero o rifacimento dei centri storici, messa in sicurezza di scuole, ospedali, ponti e strade. A proposito di strade mi vengono in mente le arterie più importanti di questo territorio come: la 155 Frosinone-Fiuggi-Roma, la 156 Frosinone-Latina, la 630 Cassino-Formia e in particolare il completamento della Sora-Avezzano; di lavoro ce ne sarebbe tantissimo ma non si muove nulla.

Purtroppo dobbiamo prendere atto che nelle opere strategiche individuate dalla Regione Lazio per gli investimenti nei prossimi anni, la provincia di Frosinone è stata completamente esclusa. Si pone l’esigenza di avviare con immediatezza una di concertazione prima territoriale tra i soggetti istituzionali e imprenditoriali per poi avviare la fase di confronto con la Regione Lazio.

Le cose da fare sono: semplificare le procedure per avviare i cantieri, sbloccare quelli già in essere, prorogare e semplificare il superbonus 110% che potrebbe svolgere un ruolo veramente importante per il rilancio dell’intero settore.

Basterebbe sbloccare i cantieri già autorizzati per ridare speranza a tante imprese e alle famiglie dei loro dipendenti ma non basta riporre le speranze soltanto sulla buona volontà e nello spirito di sacrificio dei nostri imprenditori, bisogna mettere in campo delle iniziative concrete per il rilancio del settore e di tutta la filiera.

Molte famiglie dei dipendenti edili sono sul lastrico ormai da anni, tanti operai non hanno più un lavoro regolare e quindi, di conseguenza, non possono più accedere agli ammortizzatori sociali ed altri, non avendo il denaro sufficiente per pagare le visite, hanno smesso addirittura di curarsi.

Il dramma più serio resta quello degli infortuni sul lavoro e in itinere, spesso mortali, occorrono più controlli ma soprattutto occorre formazione ed informazione.

È assurdo pensare che un operaio esca la mattina di casa per guadagnarsi un pezzo di pane e non faccia più ritorno dai suoi cari.

La UGL ritiene che la si sicurezza nei luoghi di lavoro sia bene primario da perseguire e da difendere, non a caso il nostro Segretario Generale Provinciale Enzo Valente ha intrapreso diverse iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica.

Nell’Enciclica “Fratelli tutti”, Papa Francesco scrive: “…il lavoro è una dimensione irrinunciabile della vita sociale, perché non solo è un modo di guadagnarsi il pane, ma anche un mezzo per la crescita personale, per stabilire relazioni sane, per esprimere sé stessi…”.

La UGL Costruzioni di Frosinone crede fermamente nell’idea di lavoro di Papa Francesco ecco perché bisogna rimettere al centro la persona, la sua dignità, la sua centralità e il lavoro buono, tutelato e formato.

Il settore delle costruzioni è stato da sempre volano dell’economia locale e può dare un importante contributo allo sviluppo dell’intero territorio frusinate, ecco perché la UGL Costruzioni di Frosinone è disposta a mettere al servizio di tutti la propria esperienza e a collaborare con tutte le forze politiche che rappresentano questo territorio al fine di poter rilanciare le sorti di questa nostra, tanto amata, Provincia.