COMPAGNIA DI PONTECORVO

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Pontecorvo, a conclusione di attività info-investigativa, hanno denunciato in stato di libertà per truffa per l’erogazione del reddito di cittadinanza un 39enne di Pontecorvo incensurato ed una 36enne di Castrocielo, già censita per reati contro la persona e contro il patrimonio.

Le verifiche svolte dai militari hanno consentito di accertare che gli indagati, al fine di beneficiare del reddito di cittadinanza, pur continuando a convivere con i loro familiari, avevano variato la propria residenza anagrafica in altre abitazioni in realtà mai occupate.

La donna, inoltre, già nel mese scorso era stata deferita dai Carabinieri della Stazione di Aquino, per aver fornito false informazioni relative alle proprie condizioni economiche al fine di percepire indebitamente le erogazioni dello Stato.


I Carabinieri della Stazione di San Giovanni Incarico, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per l’espiazione presso il domicilio delle pene detentive, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Trieste – Ufficio Esecuzioni Penali, hanno tratto in arresto un 48enne romeno, residente a San Giovanni Incarico, già censito per reati contro il patrimonio, contro la persona, contro la pubblica amministrazione e contro la pubblica fede. L’uomo, condannato all’espiazione definitiva di mesi quattro di reclusione, per i reati di falsità materiale commessa dal privato ed uso di atto falso commessi il 12 gennaio 2014 in provincia di Udine, al termine delle formalità di rito è stato condotto presso il proprio domicilio.

COMPAGNIA DI ALATRI

Ieri a Veroli, i Carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con i colleghi di Boville Ernica, hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale ed atti persecutori, un 33enne marocchino, già censito per smaltimento illecito di rifiuti.

In particolare i militari operanti intervenivano a seguito della denuncia della moglie dell’uomo, sua connazionale, la quale nella serata di ieri chiedeva l’intervento dei Carabinieri in quanto il marito, per l’ennesima volta, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e alcool stava abusando sessualmente di lei.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza del Comando Compagnia di Alatri a disposizione dell’A.G..