L'IIS Martino Filetico di Ferentino

Si è tenuta il 17 aprile scorso alle ore 10 la seconda edizione della fase provinciale del Premio Scuola Digitale, l’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che intende promuovere l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane nell’apprendimento e nell’insegnamento, incentivando l’utilizzo delle tecnologie digitali e favorendo l’interscambio delle esperienze nel settore della didattica innovativa.

L’istituto “Martino Filetico” di Ferentino, individuato dal Ministero dell’Istruzione quale scuola polo provinciale, sotto la guida della dirigente scolastica Cristina Boè e a cura delle promotrici e referenti dell’iniziativa, le professoresse Daniela Meaglia e Sabrina Cerilli, ha trasmesso in videoconferenza dal salone di rappresentanza della scuola la finale e la premiazione delle scuole vincitrici.

Dopo i saluti istituzionali della dirigente Cristina Boè, del Presidente della Provincia, Antonio Pompeo, della Dirigente dell’Ambito territoriale della Provincia di Frosinone Azzurra Mottolese e della consigliera provinciale all’Istruzione Alessandra Sardellitti, si è proceduto alla presentazione dei progetti finalisti del primo e del secondo ciclo di istruzione e, infine, alla cerimonia di premiazione.

Il premio è stato attribuito da una giuria di esperti secondo specifici criteri di valutazione: valore e qualità del contenuto digitale/tecnologico presentato in termini di strategia e utilizzo di tecnologie digitali innovative, significatività dell’impatto prodotto sulle competenze degli studenti e integrazione nel curricolo della scuola, qualità e completezza della presentazione.

Il progetto vincitore per ciascuna sezione ha ricevuto un premio del valore di 1.000 euro per lo sviluppo del progetto, mentre i progetti classificatisi al secondo e terzo posto hanno ricevuto uno speciale riconoscimento. Primi classificati per il primo ciclo l’I.C. di Ripi e per il secondo ciclo l’ITIS Volta di Frosinone.

La mission del “Martino Filetico” come scuola proiettata verso uno scenario tecnologico e bilingue segue il fil rouge strategico che pone le metodologie didattiche innovative e l’uso della tecnologia in parallelo con la didattica tradizionale, trasferendo le competenze acquisite dagli studenti in contesti più ampi al momento della scelta degli studi universitari e della carriera da intraprendere.

Momenti di scambio con altre istituzioni scolastiche, quali il Premio Scuola Digitale, favoriscono la diffusione e lo scambio di buone pratiche tra le scuole, creando una sinergia fondamentale per lo spirito di appartenenza al territorio.

Nella situazione contingente tale opportunità è stata per le scuole partecipanti e per il Martino Filetico un’occasione importante di motivazione, di impegno, di sfida, di coinvolgimento di studenti e docenti.

Altro riconoscimento importante per il Martino Filetico è l’individuazione quale scuola Polo di una Rete nazionale per la diffusione delle metodologie innovative e sempre il 17 aprile, dalle 15.30 alle 17.30 ha avuto luogo la premiazione della squadra vincitrice del Progetto “Hack & Mab, stimolo del pensiero creativo basato sui modelli formativi del Challenge Based Learning e Outdoor Learning, il PRIMO HACKATHON organizzato dall’istituto.

Attraverso un piano straordinario di formazione dedicato agli studenti delle scuole secondarie superiori di secondo grado aderenti al progetto, la Rete abilita e sostiene la diffusione di nuove modalità di apprendimento per integrare gli obiettivi formativi dei programmi didattico-curriculari con quelli perseguibili grazie a modelli formativi complementari.

Il progetto ha coinvolto 14 istituti superiori impegnati in una sperimentazione attiva per rinnovare la didattica; 56 studenti provenienti da delegazioni scolastiche di Lombardia, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Calabria, Abruzzo, Campania, Lazio, Molise hanno seguito attività didattiche/laboratoriali organizzate secondo un nuovo format volto in modalità interamente digitale; il titolo del progetto, “TRERUS”, l’antico nome del fiume Sacco, ha rafforzato lo spirito di appartenenza al territorio e ne ha condiviso la conoscenza con i partecipanti delle altre regioni, in cui gli studenti hanno vissuto un’esperienza di co-progettazione e mappatura del territorio nel periodo marzo-aprile 2021 in 3 incontri formativi per gli studenti suddivisi in squadre.

Nella finale le squadre hanno presentato le proposte progettuali di un videogioco; la squadra vincitrice è composta da due scuole, l’Istituto Buontalenti di Firenze e il Liceo Talete di Roma, che vincono un campus di 5 giorni per partecipare alla Gaming week a Milano in ottobre, dove continueranno il percorso insieme al Martino Filetico.

si ringrazia la segreteria della scuola per la cortese collaborazione nella stesura di questo articolo