Paliano

La sua opera di testimonianza degli orrori della Shoah e l’attivismo encomiabile a favore della memoria l’hanno resa un alto esempio di impegno civile, così come la sua attenzione nei confronti delle giovani generazioni, della loro educazione ai valori della tolleranza, del rispetto dell’altro, del rifiuto della discriminazione e della violenza, si è concretizzata nell’impegno di una vita.

Oggi, per manifestarle l’unanime sentimento di riconoscenza nei confronti del suo operato, la Città di Paliano intende conferirle la cittadinanza onoraria. Parliamo di Liliana Segre, superstite dell’Olocausto e testimone della Shoah italiana, dal 15 aprile 2021 presidente della Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza.

LE MOTIVAZIONI

“Fulgido esempio di integrità e Simbolo della lotta ad ogni tipo di discriminazione, violenza ed intolleranza. Memoria storica, per la sua azione di sensibiliazzazione e testinonianza alle giovani generazioni. Un atto che assume un valore ancor più profondo,dopo che purtroppo anche nella nostra comunità, sono apparse manifestazioni di revisionismo storico ed azioni che inneggiano alla ricostituzione del partito fascista. Responsabile una delle barbarie più dolorose inflitte all’intera Umanità: l’Olocausto”. Queste le motivazioni con cui

Eleonora Campoli

“Ringrazio il Sindaco e l’intera Amministrazione Comunale per aver accolto questa proposta, che sono convinta troverà l’unanimità anche in Consiglio Comunale”, spiega la giovane assessora Eleonora Campoli, che ha proposto il conferimento.

Chi intende partecipare può collegarsi sul link della piattaforma istituzionale del Comune di Paliano il 30 aprile prossimo alle ore 17.00.