Con il titolo “Ridere è una cosa seria seria” partirà la prima edizione del corso di base per volontari clown dottori organizzato nella provincia di
Frosinone, organi zzato dall’Associazione di promozione sociale Aiutaci
ad aiutare di Anagni. “E’ necessario tornare a ridere, tornare ad
incontrarci in modo sano. A socializzare e ritornare alla bellezza. Poter
trovare un modo nuovo per superare questo periodo storico che ci ha resi fragili. – queste le parole di Mattia Beccidelli presidente dell dell’APS promotrice – Il clown è il personaggio adatto per far sì che questo accada nel modo più poetico e puro. Dobbiamo tornare a giocare, condividere e stringere la mano al prossimo .”

Un modo per mostrare, raccontare non semplicemente la figura storica e artistica del clown, ma il pagliaccio naturale in ognuno di noi attraverso l’esplorazione di temi e tecniche legate alla costruzione del personaggio, delle gags, del trucco, ma sopra tutto dell dell’incontro con l l’altro che vive un disagio in qualsiasi contesto.

Il clown opera, da sempre in contesti di disagio umano e sociale, difficili
come la strada, gli ospedali e le comunità terapeutiche e tutti quei luoghi in cui la figura del paglia ccio possa essere mezzo di denuncia. Il corso verrà attivato con un minimo di 15 partecipanti, di età compresa fra i 18 e i 99+ anni e partirà nel mese di MAGGIO, ma è necessario iscriversi entro il 10 del mese stesso, con modalità di frequenza sabato e domenica.

Tutte le informazioni possono essere richieste inviando una email all’indirizzo aiutaciadaiutare20@gmail.com. Il percorso formativo mette al centro la persona è un’esperienza significativa che vuole valorizzare e far comprendere la ricchezza delle differenze dell’unicità di ogni individuo. La sede in cui si terrà il percorso sia pratico che teorico, da sviluppare in 160 ore, è sia pratico che teorico, da sviluppare in 160 ore, è l’ex Mattatoio di Frosinone, Casa della Cultura. Al termine del percorso formativo verrà attivato un tirocinio di 150 ore presso strutture socio sanitarie del territorio.

La formazione sarà realizzata dall’Associazione Urbana APS di Roma, un team di 14 professionisti del settore che da anni operano in contesti artistici e socio sanitari nazionali e internazionali.

nota a cura dell’ufficio stampa