l'ex ospedale di Anagni

Qualche settimana fa il Comitato ”Salviamo l’ Ospedale di Anagni” ha inviato al Commissario per l’ Emergenza Covid 19, gen. Francesco Paolo Figliuolo una lettera aperta nella quale si sottolineava con fermezza la presenza di spazi attrezzati nella struttura del Presidio sanitario di Anagni, rispondenti alle esigenze di assistenza e supporto richieste attualmente dall’ emergenza Covid 19 e, in prospettiva, al ripristino dei servizi di assistenza e urgenza di cui la città e il territorio circostante hanno estrema necessità. La risposta pervenuta, che riportiamo in questa nota, ci fa certamente piacere e, anche se non si annunciano interventi miracolosi a portata di mano, ci dice che le nostre richieste saranno considerate e, in particolare “….alla luce di quanto indicato, le capacità che l’area segnalata offre saranno opportunamente messe a sistema con quelle operative nella Regione…”.

E’ una forma di impegno che ci spinge, in ogni caso, a non rinunciare, né ad indebolire le iniziative avviate in questi anni per poter restituire ad Anagni e al suo territorio l’ assistenza sanitaria dovuta, poiché Anagni è il punto di riferimento di una popolazione di circa 80.000 abitanti che vive in un’area in gran parte montana e disagiata ed è un centro industriale molto importante per la specificità e la qualità degli insediamenti presenti. A ciò si aggiunge la presenza di Istituti scolastici di ogni ordine e grado, frequentati da un numero molto alto di studenti, provenienti anche dai paesi vicini.

Oggi la drammatica esperienza della pandemia continua a chiedere a tutti decisioni all’ altezza del momento e così, come si è riusciti ad avere l’apertura di un Centro Vaccini, presso l’ Ospedale, apprezziamo la notizia che l’ Amministrazione Comunale propone di allestire, nello spazio del Palasport, un Centro Vaccini in grado di aumentare il numero dei vaccinati per accelerare la campagna in corso.

Un’ altra recentissima notizia che potrebbe rimettere in discussione la chiusura dell’ Ospedale arriva dalla sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato quella dell’ex Ospedale San Giacomo in Roma, accogliendo il ricorso presentato.

Si apre in tal modo anche per l’ Ospedale di Anagni la possibilità di un ricorso finalizzato alla richiesta di annullamento della sentenza di chiusura, ma dovrebbe essere presentato dal Sindaco per l’ autorità che gli deriva dalla sua funzione. La richiesta raccoglierebbe certamente il sostegno della popolazione, non solo cittadina, e si avvierebbe così un iter giudiziario che potrebbe riservare anche inaspettate soluzioni. Per quanto ci riguarda continueremo a sollecitare l’Amministrazione comunale affinché promuova al più presto le opportune azioni legali e vigileremo sul loro andamento.

Ricordiamo che siamo tuttora in attesa dell’esito del ricorso promosso a suo tempo dal nostro Comitato al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR che respingeva, in prima istanza, il nostro ricorso contro la chiusura dell’Ospedale Civile di Anagni.

nota stampa a cura del Comitato  “Salviamo l’Ospedale di Anagni”

Anagni Scuola Futura, Associazione Anagni Viva, Associazione Diritto alla Salute, Associazione Quartiere Cerere, Associazione Sconfinatamente odv, Comitato Ponte del Papa, Comitato Residenti Colleferro, Re.Tu.Va.Sa.( Rete per la Tutela della Valle  del Sacco ).