Ceccano

Di seguito, riportiamo integralmente e senza modifiche una nota inviata a questa redazione da Paolo Pandolfi, segretario generale di CSA Regioni Autonomie Locali:

Malcontento ed insoddisfazione a Ceccano tra i dipendenti di ruolo del Comune. L’attuale Amministrazione, retta dal Sindaco Caligiore, ha intenzionalmente escluso dal Piano Triennale del fabbisogno del personale, valido per il triennio 2021/23, tutto il personale dipendente già interno all’ente. Intenzionata a porre in evidenza questa inspiegabile inversione di tendenza, a Palazzo Antonelli mai verificatasi prima d’ora, la nostra Organizzazione Sindacale fa notare come siano state del tutte ignorate la possibilità di aumento delle ore per il personale part-time e completamente trascurate le possibilità di progressioni verticali per quello full-time in possesso di titoli e da anni in servizio presso l’Ente. Con la Delibera di Giunta n. 29 del 3 marzo scorso, l’esecutivo Caligiore ha così vanificato del tutto le procedure selettive che potevano invece essere riservate al 30% del personale interno, così come consentito dalle norme vigenti e dal decreto “mille proroghe 2020”. Non aver volutamente considerato l’opportunità di offrire a chi da anni, nella piena emergenza del personale più volte rappresentata dai Responsabili di settore, continua invece con spirito di servizio e di sacrifico a rendersi disponibile per assicurare tutti i servizi municipali, getta un alone di inatteso, quanto sgradevole autoritarismo su scelte che invece avrebbero potuto essere concertate e non ricadere senza dialogo sulle spalle dei lavoratori del Comune di Ceccano. L’assenza di opportunità di riqualificazione necessarie ai molti dipendenti impegnati da tempo in mansioni superiori e i passaggi di categoria da esse derivanti rischiano, tra l’altro, di trasformarsi in contenziosi futuri che vedranno sicuramente soccombente l’Ente municipale. La nostra Organizzazione Sindacale, ancor di più al fianco dei lavoratori, tanto più in situazioni incresciose come questa, resta comunque disponibile per un incontro chiarificatore ad un confronto serio e costruttivo con l’Amministrazione.