Nella notte tra mercoledì e giovedì, ad Anagni, i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nello specifico di cocaina e hashish, S.J.A. 29enne cileno domiciliato ad Anagni, già censito per reati specifici e reati contro il patrimonio.

Nell’ambito di un mirato servizio teso al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, durante una perquisizione personale e domiciliare, sono state rinvenute 10 dosi di cocaina del peso complessivo di 1.5 grammi e quattro grammi di hashish, sostanza da taglio, un bilancino di precisione, quattro banconote da 20 euro, ritenute provento di attività illecita, e materiale vario atto al confezionamento delle dosi.

L’arrestato al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari.

———-

I colleghi della Stazione di Ferentino, invece, nella mattinata del giorno 24 marzo, a Ferentino, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. Tribunale di Frosinone, a carico di K.L. 30enne albanese del posto già censito per reati specifici.

Le indagini, inerenti l’operazione denominata “Red Star” iniziate nel giugno 2020, le cui risultanze venivano accolte integralmente dall’Autorità Giudiziaria, hanno permesso di accertare la cessione di oltre 30 dosi di cocaina e l’identificazione di 16 acquirenti, segnalati quali assuntori.

Nelle fasi dell’arresto, inoltre, sono state rinvenute ulteriori dosi di hashish e cocaina nella disponibilità dell’indagato, pronte per la vendita al dettaglio.