Gli alimenti per l’infanzia, ma anche i sughi pronti e i pomodori pelati, il riso, e poi il tonno in scatola, i legumi in barattolo, l’olio di oliva e i biscotti.
Sono questi i prodotti di cui si ha la maggiore richiesta da parte delle famiglie e di quanti in questo momento vivono nella difficoltà di far fronte alle proprie necessità alimentari. Difficoltà che, purtroppo, in moltissimi casi sono state aggravate o causate proprio dall’emergenza sanitaria che anche in Italia si protrae ormai da un anno.

E’ il quadro che emerge dopo aver accolto ed ascoltato le donne e gli uomini che si recano a chiedere aiuto nelle parrocchie oppure contattano i volontari dei centri di ascolto della Caritas presenti in tante parrocchie della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino.
Ecco allora che per far fronte alle numerose richieste di aiuti alimentari la Caritas diocesana promuove – come fatto anche durante il tempo di Avvento – una raccolta alimentare. Nella giornata di sabato prossimo, 27 marzo, grazie all’impegno e alla disponibilità di tantissimi volontari che sono al lavoro già da diversi giorni per distribuire locandine ed allestire i punti di raccolta, sarà possibile raccogliere le donazioni dei generi alimentari che successivamente saranno distribuiti ai più bisognosi.

La raccolta alimentare si svolgerà nei supermercati e nei negozi di alimentari che hanno aderito all’iniziativa, destinata appunto a supportare l’attività caritativa delle parrocchie della diocesi frusinate nel rispetto della normativa anti-Covid. Infatti, per evitare i contatti ravvicinati non ci saranno i volontari nei supermercati, ma i clienti troveranno degli appositi scatoloni destinati alla raccolta, riconoscibili dalla apposita grafica con il logo Caritas: qui, si potranno deporre i prodotti donati per la raccolta.
Ma per chi lo preferisce è sempre possibile consegnare la propria donazione portando i prodotti direttamente presso le parrocchie.