piazza Spada, nel cuore di Fiuggi

Di seguito, riportiamo integralmente il testo del comunicato inviato a questa redazione dai responsabili di Fiuggi Civica:

Nella seconda riunione della Commissione Consiliare Turismo dedicata al Piano Ponte, cioè un insieme di interventi straordinari per sostenere durante la pandemia il turismo termale e non, ci siamo scontrati con la mancanza di risorse adeguate per finanziare qualunque iniziativa, sia da parte dell’azienda, che da parte del Comune. La Regione Lazio farà sapere nei prossimi giorni, ma ad oggi non ha stanziato nulla di specifico.

Non è accettabile che in una situazione così drammatica, in cui soltanto i tre mesi estivi potranno portare una boccata di ossigeno alle devastate imprese locali, non ci sia l’intenzione di investire massicciamente per migliorare l’offerta complessiva e rendere Fiuggi più attrattiva.

Non è accettabile che ATF, dopo aver preso in prestito 5 milioni dalle banche per chiudere i debiti fatti negli ultimi quattro anni, pensi solo a ripristinare il Villaggio Estivo per i bambini e poco più nella dimenticata Fonte Anticolana, quando dovrebbe cogliere l’opportunità per indirizzarla vigorosamente verso nuovi utilizzi con attività strutturate all’aria aperta.

Non è accettabile che il Comune, unico a guadagnare sul turismo anche in tempo di pandemia, visto che lo Stato nel 2020 gli ha rimborsato tutta la tassa di soggiorno e tutta l’IMU degli alberghi, per un totale di 639000 euro, intaschi i soldi e non metta a disposizione dell’Assessorato al Turismo un fondo straordinario di almeno 300.000 euro per sostenere la promozione della destinazione e la realizzazione integrata e potenziata di vecchie e nuove attività.

Non basta in questo momento una gestione ordinaria e poco più: serve individuare delle priorità e investire tutto quello di cui si dispone per realizzarle.

Noi, sperando che qualcosa accada, abbiamo riproposto l’apertura di nuovi percorsi pedonali all’interno del bosco del Quarto d’Anagni, attrezzati con panchine, cestini e punto di ristoro. Riteniamo che sia fondamentale un’azione di promozione sulla clientela tradizionale, che molto probabilmente per età sarà vaccinata entro giugno, anche attraverso accordi con i Centri Anziani di Roma e del Lazio, cui bisogna offrire il trasporto gratuito. Infine, facendo tesoro delle buone esperienze passate, bisogna recuperare il progetto Fiuggi – Città del Gioco, sicuramente molto riuscito, per allestire negli spazi pubblici delle postazioni attrezzate con giochi di società a disposizione dei turisti.

Quest’anno non basta la normalità: a problemi straordinari si risponde con soluzioni straordinarie.