Tra le testimonianze disciplinari che a livello di Scienze sociali vengono estese riguardo al Covid-19, quella del Sociologo Maurizio Lozzi, pubblicata nella collana curata dal Laboratorio di Sociologia Pratica, Applicata e Clinica dell’Università di Teramo, dal titolo “Memorie di pandemia” apre un’interessantissima riflessione su come possiamo agire nell’incertezza causata dal virus e se, prima di questo contagio planetario, il nostro sistema economico-globale non avesse già avuto segnali d’allarme.

Maurizio Lozzi

Formatosi a fianco del Prof. Francesco Maria Battisti, Lozzi come docente universitario è stato tra i pionieri italiani on the road della Sociologia Pratica ed uno dei più attivi all’interno del “Laboratorio per lo Studio dei Nuovi Servizi”, operativo fino a pochi anni fa presso l’Università degli Studi di Cassino.

Il suo saggio dal titolo “Un’utopia pandemica?” racconta qualcosa di personale e di significativo circa il nostro coinvolgimento in questo periodo difficile (molti di noi sono in zona rossa) che stiamo vivendo. La pandemia, purtroppo, continua ad accompagnarci e non ci lascerà presto, ecco perché riflessioni di taglio pratico e disciplinare su questa difficile esperienza sono importanti da condividere.