i Carabinieri di Cassino

Nella settimana appena trascorsa (da lunedi 8 marzo scorso alla mattinata di oggi, domenica 14 marzo 2021), i militari del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone hanno intensificato i controlli tesi a contrastare il contagio da Covid – 19, effettuando nell’ambito del territorio dell’intera provincia numerosi servizi finalizzati al rispetto del vigente DPCM.

Nel corso dell’attività, sono stati conseguiti i seguenti risultati:

COMPAGNIA DI ALATRI:

persone controllate: n. 69 ; mezzi controllati: n. 48; esercizi pubblici controllati: n. 40; persone sanzionate amministrativamente: n. 9.

COMUNE DI ANAGNI:

persone controllate: n. 138; mezzi controllati: n. 50; esercizi pubblici controllati: n. 60; persone sanzionate amministrativamente: n. 9.

COMPAGNIA DI CASSINO:

persone controllate: n. 378; mezzi controllati: n. 366; esercizi pubblici controllati: n. 154; persone sanzionate amministrativamente: n. 29; esercizi pubblici sanzionati/sottoposti a chiusura: n. 1.

COMPAGNIA DI FROSINONE:

persone controllate: n. 500; mezzi controllati: n. 244; esercizi pubblici controllati: n. 43; persone sanzionate amministrativamente: n. 35.

COMPAGNIA DI PONTECORVO:

persone controllate: n. 411; mezzi controllati: n. 299; esercizi pubblici controllati: n. 203; persone sanzionate amministrativamente: n. 11; esercizi pubblici sanzionati/sottoposti a chiusura: n. 2.

COMPAGNIA DI SORA:

persone controllate: n. 141; mezzi controllati: n. 68; esercizi pubblici controllati: n. 72; persone sanzionate amministrativamente: n. 29; esercizi pubblici sanzionati/sottoposti a chiusura: n. 3.

PER UN TOTALE DI:

persone controllate: n. 1637; mezzi controllati: n. 1075; esercizi pubblici controllati: n. 572; persone sanzionate amministrativamente: n. 122; esercizi pubblici sanzionati/sottoposti a chiusura: n. 6.

In particolare, i militari della:

COMPAGNIA CARABINIERI DI ALATRI:

a Alatri hanno controllato in varie zone del centro cittadino 7 persone a bordo della propria autovettura ed in orario notturno, senza che fossero in grado di giustificare il motivo del loro spostamento, provvedendo pertanto a sanzionarli.      

A Veroli hanno identificato e sanzionato amministrativamente 2 persone del posto che, fermate in due diverse zone del centro cittadino, non erano in grado di fornire una valida giustificazione circa il loro spostamento dall’abitazione;   

COMPAGNIA CARABINIERI DI ANAGNI:

ad Anagni hanno sanzionato amministrativamente 4 giovani, di età compresa tra i 18 ed i 20 anni,   i quali si erano radunati nei pressi di un esercizio pubblico senza rispettare il distanziamento sociale. 

A Paliano due persone sono state sorprese mentre contravvenendo alle disposizioni anti Covid-19 consumavano delle bevande all’esterno di un esercizio pubblico del centro.

a Piglio venivano controllate 3 persone, di età compresa tra i 20 ed i 25 anni, le quali girovagavano nel centro cittadino senza essere in grado di giustificare la loro presenza all’esterno delle proprie abitazioni.

COMPAGNIA CARABINIERI DI CASSINO:

A Cassino i militari della Stazione di Acquafondata hanno sanzionato 4 persone, di cui tre del luogo e una residente in Comune diverso, intente a consumare cibi e/o bevande nei pressi di una gelateria. A carico del soggetto non residente veniva altresì contestata la violazione amministrativa per il mancato rispetto del divieto di spostamento in un Comune diverso da quello di residenza.

All’interno del parcheggio dell’Ospedale “Santa Scolastica” controllavano 2 uomini residenti nella provincia di Napoli, entrambi già ‘censiti per reati contro il patrimonio, che si aggiravano tra i veicoli in sosta con fare sospetto. Poiché gli stessi non fornivano una valida motivazione circa la loro presenza in questo centro, venivano sanzionati amministrativamente per la violazione di cui al DPCM in vigore, in quanto violavano il divieto di spostamento tra le regioni, nonché venivano proposti per il provvedimento di rimpatrio con F.V.O. dal comune di Cassino per la durata di anni tre.

Veniva altresì elevata una sanzione amministrativa nei confronti di un noto esercizio commerciale di abbigliamento e intimo poiché vendeva capi di abbigliamento femminile del tipo non consentito nelle “aree rosse”. Inoltre, venivano controllati e sanzionati amministrativamente rispettivamente un 20 enne ed un 22enne del posto, i quali non erano in grado di fornire giustificazioni circa la loro presenza in auto nel citato centro in disattesa al DPCM in vigore. Gli stessi, inoltre, a seguito di perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di grammi 0,661 di hashish e pertanto segnalati alla Prefettura di Frosinone perché assuntori di sostanza stupefacente.

I militari della locale Stazione hanno elevato sanzione amministrativa nei confronti di 3 persone residenti in Comuni diversi per l’inosservanza del divieto  di  spostamento se non per comprovate esigenze. Uno di essi è stato sorpreso altresì a consumare una bevanda nei presso di una gelateria del luogo.

A Piedimonte San Germano i militari della locale Stazione hanno elevato una sanzione amministrativa nei confronti di 1 persona residente a Roccasecca per il mancato rispetto del divieto di spostamento in un Comune  diverso da quello di residenza.

A Cervaro sono stati controllati 2 uomini, di cittadinanza egiziana, uno dei quali, residente nel sorano veniva sanzionato amministrativamente per aver violato l’obbligo di spostamento dal comune di residenza o domicilio senza comprovati motivi.

Inoltre, venivano elevate altre due sanzioni amministrative nei confronti di un uomo e una donna, provenienti da Cassino, in quanto sorpresi in auto fuori dal proprio comune di residenza senza una valida motivazione.

A San Vittore del Lazio i militari della Stazione di Cervaro hanno elevato sanzione amministrativa nei confronti di 3 persone residenti nella provincia di Roma, per l’inosservanza del divieto di spostamento dal Comune di residenza salve comprovate esigenze; nel corso di posti di controllo, venivano elevate sanzioni amministrative nei confronti di 7 uomini, dei quali due residenti in Campania, due in un comune dei Castelli Romani e tre in Cassino, poiché sorpresi a bordo delle proprie auto a violare l’obbligo di spostamento tra regioni e dal comune di residenza o domicilio, senza comprovati motivi.

A Sant’Elia Fiumerapido i militari della locale Stazione hanno elevato sanzione amministrativa, per il mancato rispetto dell’obbligo di permanere nella propria abitazione dalle ore 22,00  alle ore 05,00 nei confronti di due persone residenti a Cassino, nonché del divieto di spostamento in Comune diverso da quello di residenza. Venivano controllati 2 uomini del luogo, un 67enne ed un 56enne, i quali venivano sorpresi nelle immediate adiacenze di un bar mentre erano intenti a consumare delle bevande alcoliche.

COMPAGNIA CARABINIERI DI FROSINONE:

A Frosinone e Torrice venivano controllate e sanzionate ben 10 persone per i seguenti motivi: 3, perché residenti in comuni limitrofi al capoluogo e pertanto violando il divieto di spostamento relativo al comune diverso dalla residenza; 5 venivano sorpresi nel capoluogo in giro durante l’orario notturno nonostante l’obbligo di permanere nella propria abitazione dalle ore 22.00 alle 05.00; 2 venivano controllati in Torrice in violazione al divieto di spostamento senza alcuna valida giustificazione.    

A Ripi e Ceccano venivano sanzionati per la violazione del DPCM in vigore 25 giovani, per lo più adolescenti, che si intrattenevano sulla pubblica via oltre l’orario consentito e senza giustificato motivo, creando affollamento nei pressi dei luoghi di ritrovo dei citati comuni, non indossando altresì correttamente le mascherine.

COMPAGNIA CARABINIERI DI PONTECORVO:

A Ceprano gli operanti sorprendevano una 23enne rumena, domiciliata presso un campo nomadi di Roma, con numerosissimi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e la persona, mentre si aggirava in quel centro, alla quale veniva altresì notificato l’avvio del procedimento amministrativo per il Foglio di Via Obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Ceprano per anni tre. Inoltre, venivano identificati 2 coniugi provenienti dal comune di Pontecorvo, anch’essi con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, che litigavano all’esterno di un’abitazione di un parente lì residente; gli operanti sanzionavano inoltre 3 persone poiché provenienti da paesi limitrofi a bordo della propria autovettura, senza che sapessero fornire una valida giustificazione.

A San Giorgio a Liri i militari sanzionavano amministrativamente il titolare di un bar e 2 clienti sorpresi a mangiare all’interno, violando le recenti disposizioni.

A Castrocielo nei pressi del casello autostradale sorprendevano a bordo di un’ autovettura un 37enne di Piedimonte San Germano ed un 39enne di Cassino, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti, senza che avessero una valida giustificazione per trovarsi in quel luogo, in violazione quindi alle norme anti Covid – 19. Nei confronti degli stessi, inoltre, si procedeva all’avvio del procedimento amministrativo per l’emissione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Castrocielo per tre anni;

Ad Arce i militari della locale Stazione hanno elevato una sanzione amministrativa a carico del gestore di un bar del luogo, e di un cliente, per aver violato le vigenti disposizioni in materia di contenimento del contagio da Covid – 19. Nel corso del controllo l’avventore era intento a consumare un bevanda somministrata dal barista fuori dall’orario previsto, appena fuori del locale. Al titolare del locale, oltre alla prevista sanzione amministrativa è stato notificato l’obbligo di chiusura per 5 giorni;  

COMPAGNIA CARABINIERI DI SORA:

A Monte San Giovanni Campano gli operanti elevavano una sanzione amministrativa nei confronti di un soggetto controllato mentre consumava una bevanda appena fuori del locale. Analoga sanzione veniva elevata a carico del gestore del bar, disponendo nel contempo la chiusura del locale per giorni 5.

A Strangolagalli veniva elevata sanzione amministrativa nei confronti di un avventore di un bar di quel centro poiché trovato a consumare una bevanda all’interno del locale. Analoga sanzione veniva comminata anche a carico del gestore.

Inoltre, un 35enne di Ferentino fermato a bordo della propria auto senza fornire valida giustificazione, veniva anch’egli sanzionato poiché residente nel predetto comune.

Ad Alvito venivano sanzionate 4 persone del luogo in quanto controllate in una piazza di quel centro mentre erano intente a colloquiare tra loro nei pressi di un’attività commerciale senza rispettare il distanziamento sociale.

A San Donato Val di Comino altre 4 persone del luogo venivano sorprese in una piazza di quel centro intente a consumare delle birre senza rispettare il previsto distanziamento sociale. 

A Sora i militari hanno accertato la violazione delle norme relative al contenimento Covid-19 da parte di 8 persone, tutte residenti in paesi limitrofi, sorprese in transito attraverso quel territorio non rispettando il divieto di spostamento in entrata e in uscita dai territori delle “aree rosse”, senza che fornissero un giustificato motivo, venendo quindi tutti sanzionati ai sensi del DPCM in vigore. Inoltre sorprendevano e sanzionavano una persona per aver violato il coprifuoco previsto per le ore notturne; .gli operanti sorprendevano altresì una parrucchiera con esercizio ubicato in quel centro che non sospendeva l’attività di servizio alla persona.

A Isola del Liri sorprendevano 4 persone intente a colloquiare, che non rispettavano il divieto di distanziamento. Inoltre, 1 persona di Monte San Giovanni Campano che non rispettava il divieto di spostamento in entrata e in uscita dal territorio, senza giustificato motivo.

Gli operanti sorprendevano inoltre 2 persone che girovagavano senza indossare la mascherina e pertanto tutti sanzionati amministrativamente.

A Vicalvi sorprendevano e sanzionavano 2 persone, uno di Broccostella e l’altro di Posta Fibreno che non rispettavano il divieto di spostamento, in quanto residenti in quei comuni, non avendo una valida giustificazione.