l'avv. Egidio Proietti, segretario del circolo anagnino del Partito Democratico

“Il sindaco di Anagni non perde occasione per fare strumentalizzazione su un tema delicato come quello della Sanità; lui che lo conosce bene il tema della sanità e che ha vissuto tutte le fasi del nostro ex ospedale dalla chiusura operata dal Suo centrodestra di cui lui era un importante rappresentante locale considerato che rivestiva la carica di vice sindaco nel 2010”.

Non usa mezze parole il segretario della locale sezione del Partito Democratico avv. Egidio Proietti per rispondere al sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia sulla questione del centro vaccinazioni che, secondo quanto era stato riferito nei giorni scorsi dal presidente del consiglio regionale Mauro Buschini sarebbe dovuto partire domani ma che – invece – ha già dovuto far registrare il fermo delle prenotazioni a causa della mancata fornitura di un numero adeguato di dosi di vaccino.

“Venendo al punto in questione – spiega Proietti – il centro vaccinale è stato attivato dalla Asl di Frosinone e dalla Regione Lazio altrimenti non si giustificherebbe il comunicato ufficiale della Asl stessa di ieri (13 marzo 2021) in cui si diceva testualmente che chi si era già prenotato per ricevere il vaccino ad Anagni può recarsi domani (15 marzo 2021) presso l’ex nosocomio per vaccinarsi agli orari prestabiliti“.

“Successivamente – aggiunge il segretario dem – per le altre prenotazioni bisognerà aspettare che arrivino dosi maggiori di vaccini nella nostra provincia considerata la forte decurtazione operata da Astrazeneca. Caso analogo è successo per Atina, quindi non è che la Asl e la Regione Lazio ce l’ha con Anagni come lui vuol far credere ai cittadini ma questo di Astrazeneca è stato un evento inaspettato che avrà effetti negativi in termini di celerità nella vaccinazione e che colpirà tutta l’Italia purtroppo”.

Il sindaco di Anagni ci dà l’impressione di essere rimasto isolato anche all’interno della sua maggioranza e che solo questo tema possa permettergli di risollevarsi ma i cittadini di Anagni non hanno memoria corta, e ricordano tutti il suo passato politico. Interessante – conclude Proietti – anche la chiusura del comunicato del Sindaco “domani lo spiegheremo ai vertici della Sanità locale”; ma non è lui il primo responsabile della sanità a livello locale o ci siamo persi qualche passaggio?”.