l'ex ospedale di Anagni

Ad Anagni e ad Atina, da lunedì prossimo, partiranno due nuovi centri per la somministrazione del vaccino anti-Covid19; a darne notizia è il presidente del Consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini.

“Grazie ad un primo incremento di sieri per il vaccino anti Covid, da lunedì partiranno due nuovi centri dedicati alle vaccinazioni: Anagni e Atina”, ha spiegato Buschini. Che, poi, ha aggiunto: “in linea, inoltre, con l’aumento di dosi a disposizione della nostra azienda sanitaria – e la mozione da me presentata e approvata in Consiglio regionale sarà molto importante in tal senso – si proseguirà con l’apertura di nuove sedi in Provincia di Frosinone, per venire maggiormente incontro alle esigenze dei cittadini”.

Le parole del sindaco di Anagni Daniele Natalia

Il primo cittadino di Anagni avv. Daniele Natalia interviene sulla questione: “era doveroso che la Regione Lazio attivasse quantoprima anche il centro vaccini di Anagni. Auspico quindi la sua piena operatività per un miglioramento dei servizi per i cittadini di Anagni e dell’area nord della Provincia. Giusto ieri in una intervista radiofonica avevo utilizzato parole molto forti nei confronti dei vertici regionali e provinciali della politica e della sanità perché ritenevo vergognoso il fatto che Anagni continuasse ad essere “privata” di servizi essenziali e scavalcata anche di fronte all’emergenza sanitaria quando da settimane le sale del nostro ospedale erano pronte – con tanto di “primule” della campagna vaccinale in bella mostra – ad ospitare i cittadini in attesa di vaccinazione. Mi fa piacere che la Regione Lazio e la ASL Frosinone abbiano finalmente accolto le nostre richieste in materia di vaccini. Sarà pure una “coincidenza”, ma noto con rammarico,  non con piacere, che dopo aver denunciato con voce alta il problema, per quanto trattasi di proposta più che giusta, sempre dopo vengano alla luce le soluzioni”.

Sulla campagna vaccinale l’Amministrazione Comunale di Anagni si era mossa con largo anticipo sui tempi ed è il sindaco Natalia a spiegarlo: “Già qualche mese fa, come sindaci del territorio,  avevamo dato la nostra disponibilità alla ASL per usufruire del centro anziani comunale di Pantanello per somministrare i vaccini anti-Covid alla popolazione con l’ausilio dei medici di base. Avevamo individuato il centro anziani di Pantanello in quanto dotato di un ampio parcheggio e di una struttura idonea alla fase di triage e vaccinazione senza il rischio di assembramenti. Ripeto, si parla di mesi fa, non di pochi giorni fa, e poi la ASL ha interrotto inspiegabilmente il dialogo. Certo, la campagna vaccinale era in stasi, lo abbiamo appreso dai media, ma ci tengo a specificare che Anagni, anche a nome di tutta l’area nord, si era fatta trovare pronta”.