una delle palazzine della ASL, nei pressi dell'ospedale di Frosinone

La ASL di Frosinone smentisce le voci relative alla preoccupazione circa la mancata disponibilità di posti letto a disposizione dei residenti nella ASL di Frosinone: “nessuna problematica di questo tipo è presente nell’Azienda”, specificato in una nota inviata a questa redazione.

Le parole della dott.ssa Pierpaola D’Alessandro, dg della ASL di Frosinone

“La situazione epidemiologica della provincia di Frosinone – spiega il direttore generale Pierpaola D’Alessandro – è sotto controllo, pur in un sistema messo a dura prova dal Covid19. Da sottolineare come l’organizzazione sanitaria in tempo di pandemia si caratterizzi per un’estrema flessibilità nella riconfigurazione dei setting assistenziali sulla base delle necessità, avvalendosi anche della sinergia tra pubblico e privato, che a sua volta ha incrementato la disponibilità di posti letto sia “COVID” che “non COVID”. Ci avvaliamo di uno strumento in più di ausilio, ossia il Cruscotto regionale per il trasferimento di pazienti critici e bisognosi di cure speciali in altri ospedali regionali, ove necessario”.

“La Rete Ospedaliera della ASL di Frosinone – fa sapere ancora la dott.ssa D’Alessandro – riesce a predisporre oltre 700 posti letto tra pubblico e privato accreditato, e, di questi, attualmente oltre 240 sono destinati a pazienti COVID positivi e la rimanente parte per pazienti COVID negativi. L’Azienda è pronta a rimodulare in ogni momento i posti letto in funzione dell’andamento pandemico. Ad oggi non sono stati aumentati i posti letto di terapia intensiva COVID e, nella giornata odierna, nessun paziente critico è stato trasferito presso altri ospedali extra Azienda, tanto che nelle Rianimazioni aziendali risultano liberi 3 posti letto di terapia intensiva e 2 di sub intensiva. Il COVID fa pressione, ma l’organizzazione è a misura di paziente. Inoltre, oggi chiudiamo la giornata con 39.249 dosi somministrate di vaccino dall’ASL di Frosinone, di cui 11.887 complete di richiamo. Oltre 1000 dosi sono state effettuate dai medici di medicina generale, con i quali la collaborazione è stretta e continua”.

La sede vaccinale di Via Fabi si sdoppia

In un’altra nota distinta, anche questa inviata stasera – 8 marzo 2021 – alle redazioni dei giornali locali, la ASL di Frosinone fa sapere che “per migliorare il Servizio vaccinale, la sede di Frosinone di Via Armando FABI si sdoppia: da domani, 9 marzo, le seconde dosi saranno somministrate presso la SALA TEATRO, resa sede vaccinale accogliente e sicura. Gli utenti saranno avvisati da un messaggio via SMS.
Si ringraziamo le maestranze tecniche dell’ASL che in un pomeriggio hanno trasformato tutto”.