Artena, foto di Tamara Pompa

Il Comune di Artena, in quanto localizzato in zona sismica quindi ad elevato rischio, è stato individuato da Anci Comunicare quale beneficiario del Progetto “Salvaguardia, valorizzazione e miglioramento sismico dei centri storici”. Il progetto, ad alto valore sociale ed economico in quanto prevede investimenti per diversi milioni di euro, porterà ad interventi di miglioramento sismico presso le abitazioni private dei centri e borghi storici nei Comuni al di sotto dei 5 mila abitanti. Artena non ci sarebbe rientrata se non per il grande lavoro fatto dall’Amministrazione Comunale.

La Società M3S, con collaborazione con ANCI, i Dipartimenti di Ingegneria dell’Università Roma Tre e dell’Università dell’Aquila, Istituito Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, si occuperà di attuare un piano di diagnostica, miglioramento sismico e monitoraggio delle abitazioni. Tali interventi saranno possibili grazie alle opportunità derivanti dal Sisma bonus 110%.

“Un’opportunità importante per il nostro Comune – ha dichiarato il Vice Sindaco Loris Talone – E’ bene, per questo, che tutti i cittadini che risiedono o che hanno abitazioni nel nostro centro storico colgano al volo questa possibilità di miglioramento della sicurezza della propria abitazione, aumentandone, altresì il valore economico. In questo modo avremo l’occasione storica di riqualificare e valorizzare il patrimonio edilizio esistente e puntare realmente al rilancio turistico ed economico di Artena.

Inizieremo a breve – ha concluso il Vice Sindaco Loris Talone che ieri pomeriggio ha riunito tutti i tecnici di Artena che vorrebbe coinvolgere in questo progetto, insieme anche ad Assessori e Consiglieri Delegati, per iniziare subito sopralluoghi e verifica di tutto il patrimonio esistente nel nostro Centro storico, anche con l’avvio di una commissione specifica di lavoro, puntando così alla collaborazione di tutta la cittadinanza”.