Nella giornata del 4 marzo 2021 nel territorio di competenza della ASL di Frosinone sono stati effettuati 1576 tamponi: 275 sono le persone che sono risultate positive, 115 quelle che si sono negativizzate.

Una persona è morta a causa della Covid 19 nelle ultime ore in provincia di Frosinone: si tratta di un uomo di 87 anni residente a Ferentino.

“Abbiamo sotto osservazione la provincia di Frosinone, dove i casi sono ancora moltissimi – ha dichiarato l’assessore regionale Alessio D’Amato a Il Messaggero – e l’arancione che abbiamo già attivato potrebbe non bastare: potremmo ricorrere all’arancione scuro o al rosso”.

In Italia, il bollettino di oggi parla di 24.036 nuovi casi e 297 morti. Processati 378.463 tamponi, co un tasso di positività del 6,35%. Nelle 24 ore precedenti erano stati registrati 22.865 nuovi casi e 339 morti.

La situazione nel Lazio

Per quanto riguarda il Lazio, oggi su oltre 16 mila tamponi processati (2.791 in più rispetto a ieri) e oltre 22 mila antigenici per un totale di oltre 38 mila test, si registrano 1.525 casi positivi (-177), 19 i decessi (-3) e +987 i guariti.

Alessio D’Amato

“Diminuiscono i casi e i decessi, mentre aumentano i ricoveri e le terapie intensive”, spiega l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. Che agggiunge: “il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 4%. I casi a Roma città sono a quota 600. Andiamo verso nuove misure nella provincia di Frosinone. Superato il mezzo milione di somministrazioni totali e 150 mila a over 80, classi di età il metodo più veloce. Prenotati 4.400 super fragili e caregiver”.