l'ospedale F. Spaziani di Frosinone

Continua a preoccupare – in Italia e nel Mondo – la situazione riguardante la Covid 19: nelle ultime 24 ore, nella nostra Nazione sono 18.916 i nuovi casi di Coronavirus registrati (ieri erano stati 20.499), per un totale di 2.907.825 da inizio pandemia. Nei dati diffusi oggi dal Ministero della Salute si fa riferimento – inoltre – a 280 vittime, in aumento rispetto alle 253 di ieri, per un totale di 97.507 da inizio pandemia. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 323.047, contro i 325.404 della rilevazione precedente, per un totale di 39.875.863 da inizio emergenza.

La situazione nel Lazio

Oggi su oltre 11mila tamponi nel Lazio (-3.424) e quasi 21mila antigenici per un totale di oltre 32mila test, si registrano 1.347 casi positivi (-192), 20 i decessi (+1) e +1.096 i guariti. Aumentano i decessi, mentre diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive. “Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4% – spiega l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato – i casi a Roma città sono a quota 500. In settimana al via il servizio di prenotazione online per la fascia degli over 70 anni”.

La situazione nelle province

Nelle province si registrano 457 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 126 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 78, 78 e 83 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 241 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registra un decesso di 91 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 67 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 91 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 23 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

La nota della ASL di Frosinone

“Siamo tutti molto stanchi ma serve il coraggio della responsabilità – scrive in una nota la direzione generale della ASL di Frosinone – solo chi è forte sa resistere con coraggio alle avversità e rispettare le regole”.

“La nostra Provincia deve dimostrare di saper essere vincente. Il virus circola in tutta la provincia, si annida ovunque. Quattro i casi di variante accertati. Anche fra i giovanissimi si sono registrati due casi, un caso di operatore di RSA (in una settimana, per fortuna, si è negativizzato)”.

“Abbiamo riscontrato anche in cluster in una casa di cura privata di Esperia. Non erano stati vaccinati perché già con diversi positivi. Il virus nella maggior parte dei casi è asintomatico e passa stando in stretto isolamento domiciliare. Purtroppo, però, molti arrivano anche in ospedale, sono oltre la soglia di guardia le terapie intensive e da oggi sono ad altissima occupazione anche i posti letto negli ospedali”.

“Ognuno deve rivedere i propri comportamenti. Girando sono visibili molti comportamenti scorretti. Il virus circola ed è molto veloce e subdolo. I positivi devono rispettare le regole in maniera ferrea e non uscire e non avere contatti anche se in assenza di sintomi. L’isolamento è da rispettare rigorosamente anche nelle case. È probabile nelle prossime ore l’adozione di una nuova ordinanza da parte della regione che ci mette tutti in zona arancione e richiama tutto noi a collaborare per vincere la guerra”.

“Inviamo oggi allegata la tabella di tutti i positivi per Comuni così da rendere tutti consapevoli della circolazione diffusa del virus.

“Ne approfitto per ringraziare gli operatori dell’ASL di Frosinone che stanno dando davvero il massimo con abnegazione e dedizione. Mentre molti sono in ospedale, tanti altri vaccinano e provvedono ai tamponi, ogni giorno, anche sabato e domenica. Aiutateci con il rigore nel comportamento. Intanto aspettiamo l’ordinanza regionale più stringente per bloccare il virus e vincere la battaglia”.

++++ ULTIM’ORA +++++

CORONAVIRUS: UNITA’ CRISI LAZIO, ‘DA LUNEDI’ PROVINCIA DI FROSINONE ZONA ARANCIONE’

“La provincia di Frosinone sarà zona arancione a partire dalle ore 00.01 di lunedì 1 marzo. E’ in corso la predisposizione dell’ordinanza a seguito della relazione epidemiologia della Asl di Frosinone e del Seresmi – Spallanzani”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio.