i Carabinieri di Atina

Di seguito, riportiamo la nota stampa – integrale e senza modifiche – del Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone inviata a questa redazione nel pomeriggio di oggi, 22 febbraio 2021:

COMPAGNIA DI PONTECORVO

ü  nella tarda serata di ieri, a seguito di una segnalazione giunta alla Centrale Operativa circa la presenza di ladri all’interno di un’abitazione del centro abitato di Pontecorvo, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia in pochi minuti si recava sul posto sorprendendo quattro soggetti, i quali alla vista dei militari si davano a precipitosa fuga nelle campagne circostanti. Immediatamente i Carabinieri si mettevano alla ricerca dei fuggitivi, riuscendo, nonostante la natura impervia del terreno, a bloccarne uno caduto in un piccolo bacino di acqua naturale, dopo aver abbandonato sui rovi ivi presenti un passamontagna ed una torcia elettrica, prontamente recuperati e posti sotto sequestro.

L’arrestato, un 26enne italiano di nascita ma di etnia rom, proveniente dal campo nomadi di Napoli Secondigliano, già censito per furto in abitazione e rapina, al termine delle formalità di rito veniva ristretto nella camera di sicurezza della Stazione di Pontecorvo, in attesa della convalida dell’arresto.

Per tutta la sera e la notte sono continuate le ricerche degli altri tre membri della banda, al momento con esito negativo.

Questa mattina a seguito di ulteriori accertamenti, gli stessi militari hanno eseguito nei confronti dell’ arrestato anche un ordine di esecuzione di carcerazione, emesso nel 2013 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma per i reati di “rapina aggravata e furto in abitazione”.

Infatti, nell’agosto del 2011, il giovane era già stato tratto in arresto in flagranza di reato, insieme ad altri due soggetti, anch’essi domiciliati presso lo stesso campo nomadi, per il reato di rapina aggravata e furto in abitazione. Nella circostanza i tre si erano introdotti nell’abitazione di una 82enne di Roccasecca e, dopo averla schiaffeggiata, si erano fatti consegnare un paio di orecchini in oro, per poi fuggire a bordo di un’autovettura. Anche in quell’occasione, le immediate ricerche da parte dei militari della Compagnia di Pontecorvo, permisero in poche ore di rintracciare i tre malfattori e di recuperare la refurtiva. Per tali reati il 26enne dovrà espiare una pena definitiva di anni uno e mesi quattro di reclusione.

COMPAGNIA DI CASSINO

ü  nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Atina hanno effettuato due operazioni di servizio antidroga:

–    nella prima in Settefrati, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 22enne del luogo, già censito per reati specifici. A seguito di attività info-investigativa, veniva effettuata a carico del predetto una perquisizione domiciliare che consentiva il ritrovamento di circa 2 etti di sostanza stupefacente del tipo marijuana, di un bilancino di precisione e di tre trita erba  posti all’interno di un cartone custodito nella sua camera da letto, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

–  nella seconda in Atina, gli stessi militari hanno proceduto al controllo di un’autovettura che si aggirava per le vie di quel centro, sulla quale viaggiavano due giovani un 32enne del luogo ed un 27enne di Settefrati. Visto il loro atteggiamento particolarmente nervoso venivano sottoposti a perquisizione personale e veicolare che permetteva di rinvenire all’interno dell’abitacolo dell’autovettura grammi 0,2 di “cocaina” e grammi 1 di “marijuana”, che entrambi dichiaravano di esserne assuntori. La successiva perquisizione estesa anche ai propri domicili ha permesso di rinvenire nell’abitazione del 32enne ulteriori grammi 1 di cocaina. Da ulteriori accertamenti è emerso a carico del 27enne un F.V.O. con divieto di ritorno nel Comune di Atina per anni tre.

Espletate le formalità di rito, lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro, entrambi sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone per uso di sostanze stupefacenti ed il 27enne è stato deferito per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità;

COMPAGNIA DI ALATRI

ü  in Boville Ernica, i militari della locale Stazione nel corso di servizio per il controllo del territorio hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone per “detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale”, un 29enne del luogo, già censito per  reati in materia di stupefacenti. Lo stesso sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di grammi 0,50 di sostanza stupefacente del tipo hashish, sottoposta a sequestro;

ü  in Alatri, i militari della locale Stazione nel corso di servizio per il controllo del territorio hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone per “detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale” un 36enne del luogo, già censito per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti. Il predetto, a bordo di autovettura, alla vista dei militari che gli avevano intimato l’alt, si disfaceva di due involucri gettandoli in una fioriera posta nelle adiacenze ma venivano prontamente recuperati dagli operanti.  Al suo interno vi erano celati complessivi circa grammi 1  di sostanza stupefacente del tipo cocaina. La successiva perquisizione personale e veicolare dava esito negativo. Lo stupefacente recuperato è stato sottoposto a sequestro.