L’attività del circolo Legambiente Anagni si arricchisce di un innovativo strumento di mappatura del territorio, quello della cartografia digitale su immagini satellitari.

I fenomeni climatici estremi, ormai non più considerabili “eccezionali”, concretizzano la percezione del cambiamento climatico in atto anche alle nostre latitudini. Le emissioni di gas serra, di origine essenzialmente antropica, causano il riscaldamento globale che ha come diretta conseguenza l’alterazione dell’equilibrio dell’atmosfera. Il clima alterato è all’origine di quelle manifestazioni che sono diventate, purtroppo, esperienza comune: eccessive precipitazioni, causa di frane e allagamenti, o siccità, causa di incendi e desertificazione dei suoli.

Cambiamento climatico e dissesto idrogeologico sono dunque le due facce di una stessa medaglia. Per minimizzare i rischi, le città ed i territori devono incrementare la propria resilienza agli stravolgimenti climatici, principalmente con un’accurata attività di conoscenza e di cura del territorio. “Per descrivere la realtà dei luoghi, valutare le misure di riduzione del rischio e programmare investimenti e manutenzioni può essere utile la digitalizzazione delle informazioni – spiega Rita Ambrosino del Circolo Legambiente Anagni – la mappatura digitale potrebbe rappresentare un potente strumento di conoscenza per i cittadini e di supporto agli amministratori comunali, che, perciò, sono stati invitati alla presentazione.

Grazie alla collaborazione con Map For Future, Laboratorio di Volontariato Cartografico, avremo la possibilità di monitorare, con precisione e rigore scientifico, eventi che coinvolgono porzioni più o meno ampie di suolo comunale, pubblicando i risultati sui canali social e fornendo così dati accessibili a tutti i cittadini. La prima applicazione pratica riguarda il monitoraggio della frana di via Calzatora. Ne parleremo in un incontro WEB al quale parteciperanno Valerio de Luca di Map For Future, Roberto Scacchi, Presidente di Legambiente Lazio, Cristiana Avenali, responsabile in Regione Lazio per i Piccoli Comuni e i Contratti di Fiume”.

L’incontro potrà essere seguito in diretta Facebook dalla pagina di Legambiente Anagni, giovedi 18 febbraio dalle 19:00 alle 20:00.

nota stampa a cura del circolo di Legambiente Anagni