Fratelli d’Italia Fumone e Gioventù Nazionale Ferentino insieme per dire no alla presenza di animali sulla strada provinciale 272 che collega i territori di Fumone e Ferentino e che attraversa il territorio di Porciano.

“Nonostante le numerose segnalazioni alle autorità competenti la problematica di animali domestici in questo caso, si tratta di cavalli oltre alla presenza dei soliti quali cinghiali e volpi, tale segnalazione non risulta di certo nuova visto che alcuni mesi fa la suddetta problematica era stata presa in considerazione e risolta in maniera temporanea e irrisoria inconsistente, visti i risultati ottenuti”.

Luca Del Monte

Al riguardo, il consigliere comunale di Fratelli d’Italia a Fumone spiega: “la situazione della Strada Provinciale 272 che collega Ferentino-Fumone e attraversa anche il comune di Porciano difatti nelle scorse mattinate tra il 12 e 13 febbraio di numerosi cavalli che pascolavano liberamente nei terreni agricoli limitrofi causando non pochi agli agricoltori locali. Visto che molto spesso quest’ultimi occupano la strada causando non pochi disagi alla circolazione, specialmente viste le recenti condizioni meteorologiche la situazione risulta essere abbastanza grave e pericolosa poiché il tratto di strada è caratterizzato da un grande flusso di autovetture”.

Claudia Angelisanti

Sulla questione è intervenuta anche il presidente di Gioventù Nazionale Ferentino Claudia Angelisanti che spiega: “visto che molti esponenti della politica locale e provinciale amano fare post sui social per rilanciare le Province attraverso visioni europeiste, poco attenti però alle esigenze della politica locale cone nel caso della presenza di animali domestici sulle strade provinciali, per tali motivi proponiamo alle autorità competenti di provvedere allo spostamento degli animali in una struttura idonea cosi da limitare tali episodi e spiacevoli conseguenze per i cittadini, prima di piangere eventuali tragedie”.

Ecco, di seguito, il comunicato così come è stato inviato all’indirizzo email della nostra redazione: