Scende il tasso di positività in Italia, attestandosi attorno al 4,5% (ieri era al 5,1%, lo 0,6 in più rispetto ad oggi oggi): sono stati 305.619 i test (tamponi molecolari e antigenici rapidi) effettuati nelle ultime 24 ore; i nuovi casi positivi, nelle ultime 24 ore, sono stati 13.908 con 316 vittime, contro le 391 di ieri.

Le persone attualmente ricoverate in terapia intensiva sono 2.095, in calo di 31 unità rispetto a ieri. I ricoveri nelle 24 ore in rianimazione sono stati 153. I ricoverati con sintomi sono invece 18.736 (-206 rispetto a ieri).

LA SITUAZIONE NEL LAZIO

Oggi, su oltre 11mila tamponi processati, nel Lazio (-1.277) e oltre 18mila antigenici per un totale di oltre 29mila test, si registrano 1.089 casi positivi (182 in meno rispetto a ieri), 34 i decessi (+3) e +2.806 i guariti.

Scrive l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato su Facebook: “diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive, mentre aumentano i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto il 4%. I casi a Roma città tornano sotto a quota 600. Circolazione varianti nel Lazio tra le più basse d’Italia, ma atteso incremento, situazione delicata bisogna mantenere alta l’attenzione. Alta l’adesione nei primi due giorni sul vaccino Astrazeneca, oltre il 97%. Dubbi su vaccino assolutamente infondati, necessario vaccinarsi per immunizzazione”.

Nella Asl di Frosinone si registrano 114 nuovi casi; si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Nella giornata del 11 febbraio 2021 sono stati effettuati 874 tamponi: 86 sono le persone che si sono negativizzate. In provincia di Frosinone si è registrato un decesso nelle ultime 24 ore: un uomo di 67 anni residente a Isola del Liri.