La Lega giovani di Ferentino, viste le segnalazione dei cittadini e l’esperienza di persone nel settore che vi fanno parte, vuole portare all’attenzione dell’amministrazione di Ferentino il problema della raccolta e dello smaltimento dell’olio alimentare e dell’olio motore, il quale non viene effettuato nel nostro territorio.

“Gli oli vegetali e motore esausti sono dannosi per l’ambiente ed il loro scorretto smaltimento può portare al malfunzionamento degli impianti di depurazione, l’incremento dei costi per la depurazione delle acque e l’inquinamento del suolo, di pozzi d’acqua potabile, fiumi e mari”; è quanto si legge in una nota inviata a questa redazione dal coordinatore della Lega Giovani di Ferentino Valerio Fontecchia il quale “viste le segnalazione dei cittadini e l’esperienza di persone nel settore che vi fanno parte” afferma di “voler portare all’attenzione dell’amministrazione di Ferentino il problema della raccolta e dello smaltimento dell’olio alimentare e dell’olio motore, il quale non viene effettuato nel nostro territorio”.

Valerio Fontecchia

“Essendo un elemento non biodegradabile e non organico – spiega Fontecchia – l’olio crea una sottile pellicola che impedisce l’ossigenazione, delle piante e basta un solo KG di olio per inquinare una superficie d’acqua di 1000 metri quadrati, in più impedisce la penetrazione in profondità dei raggi solari, danneggiando in modo drastico l’ambiente marino e la vita in acqua”.

“Inoltre – aggiunge il giovane esponente politico – lo scorretto smaltimento domestico, che avviene tramite lo sversamento nelle fogne, pregiudica il funzionamento della rete idrica, intasa le condutture ed i depuratori ed il costo per la depurazione delle acque inquinate da questi rifiuti si aggira intorno all’1,10€ al kg. Su quest’ultimo punto si basa la nostra proposta, avviare i contatti con aziende specializzate nello smaltimento degli oli per adottare soluzioni consone allo smaltimento di questi elementi, come già fatto in altri comuni, visto che l’attuale ditta che si sta occupando della raccolta dei rifiuti, non è addetta alla raccolta e smaltimento di questo tipo di sostanza, né tantomeno il comune non ha richiesto questo tipo di servizio”.