L’Accademia Bonifaciana di Anagni, ha reso noto i vincitori del concorso del presepe in famiglia on line 2020. I lavori della commissione giudicatrice presieduta da Mons. Sergio Maurizio Soldini, si sono rallentati a causa della morte della signora Lea Zegretti, madre del Rettore Presidente Sante De Angelis, avvenuta lo scorso 6 gennaio, e quindi solo in questa ultima settimana di gennaio è stato possibile stilare la graduatoria finale dei vincitori e delle menzioni speciali. Al concorso del presepe, denominato “Admirabile Signum”, hanno partecipato 72 famiglie, provenienti da quasi tutte le regioni italiane. “Per anni un po’ dimenticato, superato in visibilità dall’albero di Natale, oggi il presepe torna ad essere il vero protagonista delle Feste vissute nella tradizione italiana e nelle famiglie in modo particolare: esprime un sentimento mistico che nel Natale trova la sua più alta espressione. Proprio per questo – ha dichiarato il Rettore Presidente dell’Accademia Bonifaciana Comm. Sante De Angelis – è importante dedicare tempo e attenzione alla costruzione di un mondo in miniatura. Il presepe è una tradizione, sì; ma nel senso pieno del termine, che è quello di aiutarci a tramandare una verità che nel logorio quotidiano rischiamo di non cogliere più nella sua dirompente bellezza. Di fronte al presepe si sosta in preghiera. E poi si riparte, per dire che sì, Dio non è un’idea da contemplare, che si è realmente incarnato e noi vogliamo esserne testimoni. Il resto, da qualsiasi parte vengano, sono solo polemiche inutili”. “Se l’Avvento è il cammino verso un incontro che rimodella la vita, il presepe è proprio questo: un segno cristiano che parla alla vita quotidiana – continua De Angelis – perché essere cristiani è dare una forma reale alla vita quotidiana. È amare con tutto se stessi gli altri, perché amare i fratelli e amare Dio sono due realtà inseparabili”.

Questi i vincitori: Domenico Maienza (1° classificato), Massimo Le Pera (2° classificato), Andrea Pro (2° ex-aequo classificato), Antonio Mario Carofalo (3° classificato), Maria Ludovica Cataldi (3° classificata ex-aequo); menzioni speciali: Fondazione Emanuele Schifo, Renato Cartesio, Massimo Nari, Raimonda Cordaro, Valeria Schietroma, Ciro Pisani, Gabriele Buccarella.

La consegna degli attestati ai vincitori e alle menzioni speciali avverrà il prossimo 6 febbraio alle ore 19.15 presso l’ex Sala Consiliare del Comune di Anagni, nel corso di una breve cerimonia coordinata dal prof. Gaetano D’Onofrio, alla presenza di alcuni membri del Comitato Scientifico e del suo Presidente Mons. Enrico dal Covolo, del Sindaco Avv. Daniele Natalia, dell’Assessore Dott. Carlo Marino e del Rettore Presidente Comm. Sante De Angelis. Al resto dei partecipanti l’attestato verrà inviato per posta ordinaria o potrà essere ritirato presso la sede della Bonifaciana.