La mattina di sabato 29 gennaio 1938, la città di Colleferro venne per sempre segnata dallo scoppio avvenuto nello stabilimento Bombrini Parodi Delfino, nel quale morirono 60 persone e ne rimasero ferite più di 1 500. La tragedia si manifestò con due esplosioni: la prima si verificò alle 7.40, mentre la seconda, più potente, si ebbe alle 8.05.

Questa mattina, 29 gennaio 2021, in occasione dell’83°anniversario di quel tragico evento, si è tenuta in forma ridotta per rispettare le misure anti-covid, la cerimonia di commemorazione dei caduti, alla presenza del Sindaco Pierluigi Sanna, dei Consiglieri Comunali Tapurali, Sofi e Patrizi, dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, delle Associazioni Militari, dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana. In un secondo momento ed in forma strettamente privata, si è svolta una seconda cerimonia alla presenza del Sindaco e delle Forze dell’Ordine, che hanno avuto l’onore di accogliere presso il monumento dedicato ai Caduti del’38 il Prefetto di Roma Dott. Matteo Piantedosi.