Proseguono incessanti i controlli del Nucleo Carabinieri di Frosinone sulla corretta applicazione dei protocolli per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro e sulla regolarità dei rapporti di lavoro per il contrasto del lavoro nero.

Nei confronti di una delle attività controllate è stata altresì accertata la presenza di un lavoratore in nero su quattro presenti sul luogo di lavoro, con la conseguente adozione di un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, poi revocato per l’avvenuta regolarizzazione del lavoratore in questione, e l’applicazione della cosiddetta maxi sanzione.

Sono state elevate complessivamente sanzioni amministrative pari 7.400 euro. I controlli dei militari del Nucleo Ispettorato del lavoro di Frosinone proseguiranno con il duplice fine di garantire la sicurezza dei lavoratori, e di conseguenza anche della salute pubblica, ed il diffondersi del fenomeno del lavoro nero.