Questa mattina a Veroli i Carabinieri della locale Stazione, al termine di attività investigativa intrapresa a seguito di denuncia presentata da un 58enne del posto nel mese di maggio scorso, hanno deferito in stato di libertà per il reato di truffa in concorso e sostituzione di persona un 32enne della provincia di Pescara ed un 20enne della Repubblica Dominicana, residente a Pescara.

I due, già censiti per reati contro il patrimonio e la persona (il 32enne) e per violazioni norme covid (il 20enne), in concorso tra loro ed a insaputa del denunciante, avevano attivato contratti di fornitura di energia elettrica, con un noto gestore nonché presso l’abitazione e la sede della ditta di cui il denunciante è amministratore.


Ieri ad Arce i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un 37enne rumeno, con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, per uso di atto falso. Nel corso di un controllo alla circolazione stradale effettuato dai militari operanti l’uomo ha esibito una patente di guida di nazionalità ucraina che, da successivi accertamenti effettuati in collaborazione con la Direzione Centrale della Polizia Criminale e l’Interpol, è risultata contraffatta. Il documento è stato sequestrato in attesa dei provvedimenti che saranno adottati dall’Autorità Giudiziaria.