Nella notte tra martedì e mercoledì, a Broccostella, i militari del NORM della Compagnia di Sora, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Alvito, hanno tratto in arresto un 21enne, originario della Costa d’Avorio ed in Italia senza fissa dimora, già censito per vari reati contro la persona ed il patrimonio.

I militari, su direttiva della Centrale Operativa sono intervenuti presso un bar del luogo ove era appena scattato l’allarme. Giunti sul posto hanno proceduto ad un rapido sopralluogo ed hanno accertato che era stata infranta una vetrina con un estintore ed erano state asportate circa 20 stecche di sigarette di varie marche.

Le immediate ricerche hanno permesso di individuare il giovane nelle vicinanze del bar, colto nella flagranza di un ulteriore reato di furto ai danni di un furgone, mediante la rottura di un vetro laterale con un mattone. A seguito di perquisizione è stato trovato in possesso delle stecche di sigarette asportate poco prima dal bar.

Pertanto, il 21enne è stato tratto in arresto sia per il furto perpetrato ai danni del bar che per il tentato furto ai danni del furgone. Espletate le formalità di rito, le sigarette recuperate sono state restituite all’avente diritto, mentre l’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa rito direttissimo.


A Sant’Apollinare, i militari della locale Stazione nel corso di predisposti servizi tesi anche al rispetto delle disposizioni per il contenimento da contagio Covid-19, hanno denunciato in stato di libertà per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere un 28enne residente nel Cassinate, già censito per reato specifico, lesioni personali, furto e rapina.

L’uomo è stato controllato, alla guida della propria autovettura, mentre si aggirava nei pressi di abitazioni isolate di quel centro ed a seguito di perquisizione personale e veicolare trovato in possesso, occultato sulla sua persona, di un coltello a serramanico della lunghezza di cm 22, mentre nel bagagliaio del veicolo sono state rinvenute due grosse ronche ed un bastone telescopico, di cui non era in grado di giustificarne possesso, il tutto sottoposto a sequestro.

Espletate le formalità di rito e ricorrendo i presupposti di legge, il predetto è stato altresì proposto per l’emissione del F.V.O. con divieto di ritorno nel Comune di Sant’Apollinare per anni tre nonché sanzionato amministrativamente per violazione norme in materia di contagio dal Covid-19 per essersi spostato in comune diverso senza giustificato motivo.