Numeri ancora piuttosto alti, in Italia, per quanto riguarda i contagi da Sars-Cov2: come si evince dal quotidiano bollettino diramato dal Ministero della Salute sono 16.202 i nuovi casi a fronte di circa 169mila tamponi processati. I morti sono stati 575 nelle ultime 24 ore.

Secondo quanto riferito da ISS e Istat, questa seconda ondata si caratterizza a ottobre per un eccesso di decessi totali del 13% sia al Nord che al Centro-Sud, mentre nel mese di novembre si distingue nuovamente l’eccesso di mortalità del Nord (+61,4%), rispetto al Centro (+39,3) e al Sud (+34,7%)

Nel Lazio, su oltre 13mila tamponi processati (+2.482 rispetto a ieri), si registrano 1333 nuovi casi positivi (+115), 66 persone decedute e 1489 persone guarite. Aumentano i casi, il numero dei tamponi processati, i decessi; diminuiscono – invece – i ricoverati e le terapie intensive. Il rapporto tra numero di tamponi processati e persone positive torna al 9%. I casi a Roma città salgono a quota 500.

Nelle province si registrano 482 casi e sono otto i decessi nelle ultime 24 ore.

Nella Asl di Frosinone si registrano 209 nuovi casi: si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 91 e 93 anni con patologie.