Una nuova, importante operazione portata a termine dalla Polizia di Stato di Colleferro che fa seguito a quella che nei giorni scorsi ha portato all’arresto di tre giovani ritenuti responsabili di aver stuprato una minorenne nei pressi della sua abitazione.

A seguito di una pregressa attività info-investigativa, i poliziotti del Commissariato di Colleferro e quelli della Polizia Ferroviaria hanno individuato un’autovettura al cui interno vi erano una giovane donna residente a Segni accompagnata da un noto pregiudicato.

La ragazza, con fare sospetto e dopo essersi più volte guardata intorno, una volta scesa dall’auto si è velocemente diretta verso la stazione ma è stata bloccata per un controllo dagli stessi poliziotti della Squadra investigativa del Commissariato e da uomini in uniforme della Polizia Ferroviaria.

Vistasi scoperta, la ragazza ha consegnato lei stessa – volontariamente – un sacchettino al cui interno vi era della cocaina e che precedentemente aveva nascosto all’interno della capigliatura.

Inoltre, all’interno del marsupio le sono state trovate altre 21 dosi di cocaina e alcune dosi di hashish già pronte per la vendita.

La successiva perquisizione portata a termine presso il domicilio della ragazza ha consentito ai poliziotti di recuperare e sequestrare altri tre involucri da cinque grammi di cocaina e 18 pezzi già confezionati e pronti per essere spacciati, altro hashish, mannite per il taglio della cocaina, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

La Procura di Velletri, accolte in pieno le risultante investigative della Polizia Ferroviaria e del Commissariato di Colleferro, ha convalidato l’arresto della donna.