“Con l’iniziativa “Provincia Solidale”, attivata durante i primi mesi dell’emergenza Covid, la Provincia ha avviato un’azione costante a sostegno delle realtà del territorio che sono in prima linea e, con sacrificio e abnegazione, si pongono quotidianamente al fianco delle persone maggiormente in difficoltà, rappresentando la parte più operosa, solidale e generosa del nostro Paese. Ecco perché, come già fatto per le Caritas diocesane, la Provincia oggi intende sostenere concretamente il lavoro prezioso e insostituibile delle donne e degli uomini della Croce Rossa Italiana”.

Con queste parole, il presidente della Provincia, Antonio Pompeo, ha ricevuto oggi a palazzo Jacobucci, sede dell’Amministrazione provinciale, una delegazione della CRI, guidata dal presidente del comitato provinciale Antonio Rocca.

Attraverso un’iniziativa benefica già messa in campo per le Caritas, infatti, il presidente Pompeo ha consegnato alla Cri la somma di 15.000 euro sotto forma di buoni pasto non erogati ai dipendenti della Provincia e destinati al Fondo di solidarietà istituito proprio nell’ottica di rispondere alla crisi sociale ed economica causata dalla pandemia. Nei confronti della Croce Rossa Italiana è principalmente una testimonianza di aiuto e riconoscenza per l’encomiabile lavoro svolto soprattutto nel
periodo emergenziale.

“Tutti coloro che danno il proprio contributo nelle incessanti attività quotidiane – ha continuato il presidente Pompeo – sono persone speciali, sensibili, preparate e che sanno vivere con responsabilità e attenzione la missione alla quale hanno scelto di dedicarsi: senza il loro sostegno e la loro azione quotidiana sarebbe stato certamente più duro affrontare un periodo complicato come quello che da mesi stiamo attraversando. Quello che la Provincia oggi dona alla Croce Rossa Italiana è un sentito ‘grazie’ per tutta l’opera svolta sull’intero territorio provinciale”.

Da parte sua, il presidente Rocca ha ringraziato l’Amministrazione provinciale e, in special modo, il presidente Pompeo, per l’attenzione riservata alla Cri con questa donazione, confermando l’impegno e la volontà di portare avanti l’opera di assistenza e aiuto alle comunità della provincia e sottolineando l’importanza di fare squadra con istituzioni, associazioni e singoli per combattere un nemico comune e pericoloso.