Immediata custodia detentiva in cella per Luca Folco, il 37enne imprenditore che ieri sera, come ricostruito dagli agenti della Polizia di Stato intervenuti sul posto, avrebbe provocato l’incidente che ha causato la morte di Ennio Marrocco, anch’egli 37enne, che viaggiava sulla via Appia, in territorio di Cassino, a bordo della sua Fiat Panda.

L’incidente si è verificato attorno alle 19.00: due i veicoli coinvolti, la Fiat Panda della vittima, appunto, e la BMW guidata dal Folco, titolare del gruppo Yammo, catena di negozi di elettronica, informatica e telefonia.

L’impatto è stato violentissimo tanto il Marrocco è deceduto sul colpo: l’uomo lascia la moglie e due figli piccoli. Inutile l’intervento tempestivo del personale dell’Ares 118. Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Cassino.

Subito dopo l’incidente, Folco è stato accompagnato in ospedale dove dagli esami a cui è stato sottoposto è risultato essere ubriaco. Immediato è scattato l’arresto; l’uomo si trova ora nella casa circondariale di via Sferracavalli in attesa della convalida da parte del magistrato.