Ieri, ad Alatri, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, a conclusione di due specifiche e distinte attività info-investigative intraprese a seguito di due denunce-querele presentate rispettivamente da una 48enne e da una 52enne, entrambe del luogo, hanno denunciato in stato di libertà due soggetti, poiché resisi responsabili del reato di truffa.

Nello specifico, in relazione alla truffa subita dalla 48enne, è stato deferito in stato di libertà un 25enne residente a Nuoro, poiché dopo aver ricevuto dalla donna un bonifico bancario di 600 euro per l’acquisto tramite una pagina di vendita on-line presente su Facebook, di un robot da cucina, l’uomo non ha consegnato come concordato l’elettrodomestico; riguardo alla truffa subita dalla 52enne, invece, è stato deferito in stato di libertà un 32enne residente a Messina, poiché dopo aver ricevuto dalla donna un bonifico bancario di euro 320 per l’acquisto sempre tramite Facebook, di una piscina con relativo robot per la pulizia, non ha consegnato il materiale come concordato con la vittima.