Un’anomalia dovuta ad una deviazione della traiettoria del lanciatore ha provocato, nella notte tra lunedì e martedì, la conclusione prematura della missione Vega VV17 il cui fine sarebbe stato quelli di trasportare in orbita i satelliti SEOSAT-Ingenio e Taranis.

A darne notizia, AVIO, società quotata al segmento STAR e attiva ella realizzazione e nello sviluppo di lanciatori spaziali e sistemi di propulsione solida e liquida per il trasporto spaziale, che detiene uno dei suoi stabilimenti più importanti proprio a Colleferro.

Sono in corso le analisi dei dati per chiarire le ragioni dell’anomali, verificatasi a circa otto minuti dal decollo, dopo il completamento nominale della propulsione del primo, secondo e terzo stadio e la prima accensione del motore del quarto stadio, informa in una nota Avio.