la cattedrale di Santa Maria Annunziata ad Anagni

Le festività natalizie si fanno sempre più vicine e da diverse parti giungono dichiarazioni di politici e virologi sul modo in cui queste si potranno celebrare festeggiare. La certezza, al momento, è una: sarà un Natale diverso dagli altri.

Del resto, l’ha detto anche il ministro per gli Affari Regionali e le autonomie, Francesco Boccia alcuni giorni fa: “il virus ormai entra in casa e scopri quanto è dura non abbracciare le persone che ami. E’ la prova che la nostra vita è cambiata ma bisognerà andare avanti così. Il nostro Natale sarà diverso, bisogna dirlo”.

Malgrado questo – e malgrado la difficile situazione – molti sono i Comuni che in questi giorni si stanno preparando ad accogliere queste festività, sull’onda di quanto già fatto, alcune settimane fa, dal Comune di Frosinone.

Tra questi Comuni vi è anche quello di Anagni che questa mattina, domenica 15 novembre, già alle prime luci dell’alba, ha fatto scattare l’Operazione Natale con l’istallazione delle luminarie. “I lavori – si legge in una nota stampa inviata a questa redazione – proseguiranno anche domani“.

“Abbiamo lavorato con tutta la squadra di governo per anticipare le operazioni in considerazione delle restrizioni sempre più pressanti e soprattutto per far respirare la rassicurante aria natalizia in questo difficile periodo a tutta la città. Ringrazio in particolare l’assessore al Commercio Floriana Retarvi ed il consigliere delegato al Centro Storico Elvio Giovannelli Protani per l’impegno profuso in questo progetto”, ha affermato il sindaco di Anagni Daniele Natalia.

E’ specificato nella nota stampa che “chiaramente l’Operazione Natale non sarà limitata alla sola installazione di luminarie ma comprenderà, nei limiti di quanto previsto dalle normative anti-Covid in vigore, altri eventi che in seguito verranno pubblicizzati”.