Una protesta che va avanti da diverse ore. Con le Forze dell’Ordine – Carabinieri, Polizia Locale, Polizia di Stato e Guardia di Finanza – a fare da cordone all’ingresso dell’ex hotel Palace. Dall’altra parte gli immigrati della struttura alberghiera, oggi divenuta centro di accoglienza straordinaria, sulla via Anticolana.

Gli ospiti della struttura, quasi tutti provenienti dall’Africa subsahariana, dopo il tampone a cui erano stati sottoposti perché molti di loro erano risultati positivi, chiedono di uscire prima dell’arrivo del certificato della ASL a chiudere l’iter delle verifiche.

“Per quanto riguarda gli ospiti del CAS “ex Palace” la situazione é in itinere e sarà diversamente trattata tramite Prefettura, ASL e cooperativa sociale gestrice Synergasia – aveva scritto qualche giorno fa il sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini su Facebook a proposito della struttura – il sottoscritto nella qualità di autorità sanitaria locale, sta intervenendo proprio in questo momento affinché le autorità preposte adottino ogni più idonea, opportuna e definitiva misura del caso“.

Intanto, nel momento in cui scriviamo (ore 14.11 del 9 novembre 2020) la protesta è ancora in atto; “siamo come animali in gabbia; vogliamo uscire!”, hanno affermato alcuni dei manifestanti.