la caserma dei Carabinieri di Ferentino che indagano sul caso

Nella notte tra lunedì e martedì, a Ferentino, il personale del NORM – Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Anagni, nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato a contrastare la commissione dei reati in genere nonché il rispetto delle disposizioni anti contagio disposte dall’ultimo D.C.P.M., ha tratto in arresto un 37enne di Ferentino, poiché resosi responsabile del reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Nello specifico, prima ancora che terminasse il coprifuoco imposto dalle ore 00 alle ore 05.00 con ordinanza della Regione Lazio, i militari, a Ferentino, hanno fermato e controllato lungo la via Casilina un’autovettura poiché notata procedere a zig zag.

Nel corso dei controlli, però, l’autista reiteratamente si è rifiutato di consegnare ai Carabinieri un involucro di cellophane, tentando di occultarlo nella tasca dei pantaloni, strattonando e minacciando nel contempo uno dei militari, afferrandolo per un braccio.

Nonostante la viva resistenza del soggetto, i militari sono riusciti a perquisirlo grazie anche all’ausilio di un’altra pattuglia, nel frattempo giunta sul posto. A seguito della perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso di gr.0,40 di crack, contestualmente posto sotto sequestro amministrativo e, per tal motivo, è stato anche segnalato alla Prefettura di Frosinone quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Nella circostanza, inoltre, è stato anche sanzionato per l’accertata inosservanza alle prescrizioni imposte con DPCM del 24.10.2020 – emergenza sanitaria da Covid-19.

Ad espletate formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Anagni, in attesa dell’udienza con rito direttissimo.